Avevano già smontato l’impianto elettrico di un capannone: grosso furto di rame sventato dalla Polizia

30/6/2015 – Un grosso furto di rame è stato sventato in un cantiere di Reggio Emilia  grazie alla segnalazione di un cittadino e al tempestivo intervento delle Volanti della polizia. I ladri sono fuggiti abbandonando la refurtiva, poi recuperata dagli agenti.

Ieri sera alle 20,30 è arrivata una chiamata al 13 con cui veniva segnalata  la presenza di due persone che in un cantiere in via Cafiero stavano caricando del materiale in un furgone. Immediatamente è giunta sul posto una volante che ha bloccato l’ingresso principale dell’area.

Giunti nei pressi del capannone, gli operatori hanno sentito il rombo di un’auto che si allontanava a forte velocità dalla parte opposta; l’immediato intervento di un’altra volante non ha però permesso di intercettare i malviventi in fuga.

Nel furgone,  abbandonato dai ladri col motore ancora acceso, c’erano centinaia di metri di grossi cavi di rame rivestiti dalla classica guaina bianca: erano l’impianto elettrico del capannone. Il mezzo, risultato di proprietà di un noto pregiudicato modenese attualmente in carcere, è stato sottoposto a sequestro, mentre l’ingente carico di oro rosso è stato restituito al proprietario del capannone. La Squadra Mobile indaga per risalire ai malviventi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *