“Area mediopadana: bene gli industriali, il Pd è disponibile. La politica non perda il passo”

di Andrea Costa*

20/6/2015È interessante l’idea di Unindustria per un’area vasta mediopadana, nasce attorno a un modello di territorio che va oltre i confini regionali e provinciali e si sposa con un indirizzo che anche noi a livello politico e istituzionale abbiamo indicato dal momento in cui in Regione si è aperto il discorso aree vaste: un territorio che unisca da Piacenza a Modena, un potenziale polo di attrazione per la bassa Lombardia in particolare per il Mantovano e il Cremonese.

In tal senso mi piace anche ricordare l’iniziativa che qualche settimana fa abbiamo lanciato insieme al Pd di Mantova per chiedere una maggior infrastrutturazione di collegamento tra Mantova e Reggio Emilia in particolare con la stazione dell’Alta Velocità. Proprio Unindustria ha ricordato ieri quali infrastrutture servono per meglio collegare tutti quei territori che stanno tra le Aree metropolitane di Milano e Bologna con la stazione dell’Alta velocità di Reggio Emilia.

Per quanto ci compete intorno a queste idee siamo disponibili a ragionare col mondo economico, non solo del nostro territorio, poiché siamo convinti che la politica dal momento in cui riforma i livelli di governo territoriale non possa non considerare le evoluzioni sociali ed economiche in atto. Oggi stiamo assistendo a fusioni su larga scala che accompagnano una riprogettazione generale dei nostri territori (tra gli altri cito anche il progetto Emilia Ovest di Legacoop), anche la politica deve avanzare con il medesimo passo, riprogettare con ampio respiro e compiere questo percorso in maniera partecipata. 

(*segretario provinciale Pd Reggio Emilia)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.