“Trenta denari? No, grazie!”: il primo libro di don Ranza
Racconti, ritratti e rivelazioni di una vita da prete

18/5/2015 – “”Quanti hanno visto un prete con il mitra? Quanti hanno visto ragazzine violentate? Quanti hanno visto i bambini affamati con il ventre ricolmo solo di acqua? Quanti nella notte hanno sentito gli spari dei Patotas? Quanti hanno visto un vescovo sul trattore, contadino tra i contadini? Quanti hanno visto anziani picchiati a sangue con pesanti catene per gioco?… Avrei voluto anch’io, come amici preti che ho ancora nel cuore, prendere un fucile e lottare, lottare per questa gente semplice e buona…”.

La copertina del libro di don Ranza. Nella foto, il parroco di San Francesco, giovanissimo, quando era tra i poveri del Venezuela

La copertina del libro di don Ranza. Nella foto, il parroco di San Francesco, giovanissimo, quando era tra i poveri del Venezuela

Sono parole scritte da don Franco Ranza, il battagliero parroco di San Francesco e San Nicolò a Reggio Emilia, nel mini-capitolo dedicato alla teologia della liberazione del suo libro d’esordio. Il volume, dal titolo che da solo è un programma e un bilancio di vita (Trenta denari? No grazie!), è stato scritto di getto ma dopo una gestazione di anni, con mille ripensamenti.

Si compone di una sessantina di mini capitoli: appunti di viaggio di una vita da prete, con riflessioni fulminanti e profonde, confessioni, rivelazioni,ritratti e polemiche,  in cui don Ranza racconta le proprie esperienze in Venezuela, nelle borgate romane, nella “sua” Reggio e molto altro ancora. Solo alcuni titoli, per dare un’idea: “Chiesa e Centro commerciale”, “Perché Prete?”, “Servo o Amico”, “Donna”, “Politica da rottamare”, “Politici da poltrona”, “Università salesiana”, “Assegno in Bianco”, “Il Marocco è vicino”, “Lettere Anonime”, “Volontariato Pagato”, “Il segreto”, “Cucire Bottoni”, “Sono fragile”, “La vecchia fontana”, “Siamo Laici, Laicissimi”, etc.

“Trenta denari? No, grazie” sarà presentato mercoledì sera 20 maggio nel Chiostro di San Nicolò, alle 21, nel centro di Reggio Emilia. Dopo il Rosario, intervento del preside Messori, letture dal libro e intervista in diretta a don Ranza.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.