Soli Deo Gloria apre con Antonio Fava, Francesca Torelli e il coro Merulo

7/5/2015 – Sabato 9 maggio, alle ore 21, nella Sala Conferenze del Museo Diocesano di Reggio Emilia (via Vittorio Veneto 6), nell’ambito del programma Soli Deo Gloria, si terrà il concerto inaugurale dell’edizione 2015 della rassegna, con la partecipazione di Antonio Fava (voce recitante), Francesca Torelli (liuto e chitarrone) e del Coro Claudio Merulo di Reggio Emilia. Il concerto è in memoria di Adriana Cavallini.

Il coro Claudio Merulo di Reggio Emilia

Il coro Claudio Merulo di Reggio Emilia

In programma prevede l’esecuzione del “Festino della sera del giovedì grasso avanti cena a 5 voci miste” (1608 – Trascrizione e interpretazione di Bonaventura Somma) del compositore bolognese Adriano Banchieri.

L’ingresso è libero e limitato ai posti disponibili.

Antonio Fava è attore, autore, regista teatrale. Maestro di commedia dell’arte e di discipline comiche, dirige la Scuola internazionale dell’attore comico a Reggio Emilia. Insegna Commedia dell’Arte in diversi istituti, università e accademie d’arte drammatica in tutto il mondo. Progetta e realizza maschere in cuoio in uso presso la sua scuola e nei suoi spettacoli: le sue maschere sono esposte in importanti musei e istituzioni culturali. È autore del libro “La maschera comica nella commedia dell’arte” pubblicato da Andromeda editrice e dalla North Western University Press (Usa). Ha pubblicato per ArscomicA editrice “Vita morte e resurrezione di Pulcinella”.

Francesca Torelli è diplomata in liuto al Conservatorio di Verona e si è poi perfezionata alla Guildhall School di Londra con Nigel North. Ha studiato canto rinascimentale e barocco con Auriol Kimber. La sua attività artistica è rivolta alla performance con gli strumenti antichi europei della famiglia del liuto: liuto rinascimentale, tiorba, arciliuto, liuto barocco, chitarra barocca, e al repertorio per liuto e voce, che canta accompagnandosi. Come solista ha partecipato a moltissimi festival e rassegne in Europa, Australia e Sud America. Ha registrato due cd come solista e musiche per RAI Radio tre, WDR e altre radio europee, e ha partecipato come liutista a numerose trasmissioni televisive. Nel corso della sua attività concertistica ha collaborato, tra gli altri, con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’ensemble Il Ruggiero, l’Accademia degli Astrusi, l’ensemble Vivaldi dei Solisti Veneti, la Capella Regiensis, e ha interpretato al liuto le musiche di scena per vari spettacoli teatrali e video. Ha scritto articoli e studi sui compositori di musica per strumenti antichi a corde pizzicate, pubblicati da riviste italiane e americane. È fondatrice e direttore dell’ensemble Scintille di Musica, con il quale ha registrato per EMI Classic, dal 2003 in poi, sei cd della collana Futuro Antico, in collaborazione con il cantante Angelo Branduardi. Ha svolto attività didattica fin dall’inizio della sua carriera, in Italia e all’estero: dal 2001 è docente titolare della cattedra di liuto al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

  Coro Claudio Merulo Si costituisce a Reggio Emilia nel 1957 e nel 1973 assunse definitivamente il nome di “Coro Claudio Merulo” a ricordo del famoso musicista nato in terra reggiana (Correggio 1533 – Parma 1604).  Nella sua cinquantennale attività, il coro reggiano ha tenuto, sotto la guida di diversi direttori, numerosi concerti in chiese e teatri di varie città italiane ed ha eseguito trasmissioni radiotelevisive ed incisioni discografiche. Dal 1970 è impiegato nella stagione lirica del Teatro “Romolo Valli” di Reggio Emilia e collabora con l’Orchestra Sinfonica della Fondazione “A. Toscanini”.

Il coro, che per molti anni ha rivolto il proprio interesse quasi esclusivamente al repertorio profano del cinque-seicento di musicisti emiliani, si è poi avvicinato a nuovi generi ed autori moderni.  Il suo repertorio spazia dai più importanti autori di polifonia agli oratori di Giacomo Carissimi a Johann Sebastian Bach, alla musica da camera di Robert Schumann, Johannes Brahms e Gabriel Faurè, alle grandi composizioni sinfonico–corali di Wolfang Amedeus Mozart, Luigi Cherubini, Giacomo Rossini, Hector Berlioz e Igor Stravinskij, alle opere teatrali di Henry Purcell, Jean Philippe Rameau, Georg Friederich Händel, Josef Mysliveček, Leos Janáček e Nino Rota.

Nel biennio 2000-2001 numerosi elementi del Coro Claudio Merulo divengono parte del Coro del Festival Verdi, impegnato per le celebrazioni del centenario verdiano al Teatro Regio di Parma. Dalla stagione lirica invernale 2001-2002 gli stessi artisti vengono confermati per far parte del Coro del Teatro Regio di Parma, partecipando a tutte le produzioni del teatro e del Festival Verdi nell’ambito del Reggio-Parma Festival.

Più recentemente il coro viene impegnato in produzioni di opere contemporanee.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.