La Reggiana sconfitta in casa 0-2 dalla Spal
Ma i tifosi festeggiano egualmente i play off

Reggiana, la curva sud al Mapei Stadium - Città del Tricolore

Reggiana, la curva sud al Mapei Stadium – Città del Tricolore

di Stefano Bassi

 Una Reggiana con lo sguardo già rivolto ai play off (è ormai certo che domenica prossima affronterà nei quarti l’Ascoli) con una formazione peraltro rimaneggiata – per evitare ulteriori ammonizioni ai numerosi diffidati – perde in casa il derby con la Spal per due reti a zero.

 La formazione estense, ormai fuori da tutti i giochi, mette in campo più determinazione e rabbia e mette da subito sotto una Reggiana poco volitiva.

Già dopo undici minuti, Gentile porta in vantaggio gli spallini con un perfetto  stacco di testa su calcio d’angolo approfittando di una difesa granata immobile. Il primo tempo si chiude con un ritmo di gioco e un agonismo tipico di una partita d’inizio estate dove non esiste nulla in palio:;  i biancoazzurri gestiscono il vantaggio senza mai correre pericoli sino praticamente al 6′ della ripresa con Vernocchi che sporca i guanti di Menegatti con un tiro centrale dalla distanza.

La Spal sfiora il raddoppio nuovamente con un colpo di testa di Gentil,e ma è Zigoni al 27′ della ripresa a fissare il risultato finale sul 2 a zero con un preciso tocco sotto porta su splendido assist di Lazzari.

I granata subiscono così la seconda sconfitta stagionale casalinga ma il pubblico, nonostante l’opaca prestazione, non può altro che applaudire la formazione guidata dal tecnico Colombo per l’importante traguardo raggiunto, dando loro appuntamento alla prima e già decisiva sfida per salire in serie B.

 Il tabellino

 

REGGIANA – SPAL 0-2 (0-1)

 Marcatori 11′ pt Gentile, 27′ st Zigoni

 REGGIANA (4-3-3): Messina; Andreoni, De Biasi, De Giosa, Sabotic; Messetti (18′ st Ceccarelli),

Parola, Angiulli (33′ st Bianciardi); Alessi, Petkovic, Vernocchi (38′ st Gueye). A disposizione: Feola,

Galullo, Ricci, Ruopolo. All: Colombo.

 SPAL (5-3-2): Menegatti; Lazzari, Silvestri, Gasparetto, Giani, Nava; Bellemo, Gentile (38′ st Landi),

Di Quinzio (30′ st Filippini); Finotto (44′ st Miotto), Zigoni. A disposizione: Albertoni, Aldrovandi,

Gerbaudo, Rovini. All: Semplici.

 Arbitro: Gianni Bichisecchi di Livorno (Trivegli-Moraglia)

 Note: ammoniti De Biasi (R), Lazzari, Miotto (S). Recupero 0+3′.

 Spettatori totali: 3.389 per un incasso di 14.315  euro

 

HANNO DETTO DOPO LA PARTITA

 Mister Colombo: «Non è un bel finale, ma tutti accettiamo questa sconfitta perchè abbiamo già la testa da un altra parte. In questa partita tutti avevano un’opportunità ma non tutti ne hanno saputo approfittare. Questo è stato positivo da un lato perchè ha fugato dei dubbi su alcune scelte – no a Sabotic come terzino, ad esempio – dall’altro negativo perchè mi aspettavo di più da alcuni giocatori».

Mister Colombo

Il trainer granata ha  fatto alcuni cenni alla prossima sfida Play Off: «L’Ascoli giocando con i titolari e pur pareggiando, ha perso un titolare per espulsione ma ha comunque recuperato dei giocatori molto importanti; noi rispetto a loro abbiamo meno da perdere e questo è per noi un vantaggio, unito al fatto che loro giocando in casa si sentiranno in dovere di fare loro la partita e noi avremo il vantaggio delle ripartenze, unita a una  una maggiore “freschezza mentale” per aver già ottenuto un obiettivo importante.»

 De Biasi. Il difensore granata all’esordio da titolare dopo il grave infortunio subito nel luglio scorso ha rassicurato tutti: «Nel finale solo dolori dovuti a crampi che ci possono stare dopo un periodo così lungo di inattività agonistica. Sensazioni positive a livello personale, ma negative a livello di squadra dove forse un po’ di inesperienza può aver influito sul risultato.»

Alla domanda se si accontenta solo dei Play Off il giocatore ha risposto perentoriamente: «Noi andremo là per giocarcela sino in fondo, nessun rilassamento della squadra per l’obiettivo dei Play Off raggiunto domenica scorsa.»

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.