Inaugurato il nuovo poliambulatorio Spiremed
Tre giovani fanno sul serio nella sanità privata

 

Taglio del nastro del nuovo Spirelab di Fogliano

Taglio del nastro del nuovo poliambulatorio Spiremed di Fogliano

 

9/5/2015 – Tre soci fondatori, i giovani reggiani Stefano Giacomucci, Fabio Borziani e Jessica Giusti, due soci “di peso”, Madrenatura srl e GSG srl, la società della famiglia di Enrico Grassi di Viano, un milione e duecentomila euro di fatturato e una quindicina di collaboratori.

 Sono i numeri del poliambulatorio SPIREMED : questa mattina è stato inaugurato il direzionale e il nuovo centro prelievi.

Tantissime persone hanno partecipato al taglio del nastro, e tra queste  un gruppo di sindaci e rappresentanti del mondo economico, oltre a una delegazione di giocatori del Rugby Reggio di cui Spire è amica nell’ambito del progetto Valorugby.

Spirelab di Fogliano,lo staff

Spiremed di Fogliano, lo staff

Spirelab:  lasala d'attesa per i bambini

Spiremed: la sala d’attesa per i bambini

E’ stato proprio Gabriele Grassi a tagliare il nastro insieme ai sindaci di Scandiano, Alessio Mammi, e di Viano, Giorgio Bedeschi dopo che il presidente della società, Stefano Giacomucci aveva riassunto il percorso che ha portato l’azienda  a questo nuovo traguardo, , assieme alla responsabile del laboratorio, la biologa Jessica Giusti, conosciuta nel mondo associativo per essere vice presidente di CNA Reggio Emilia.

Dopo otto anni di impegno per diventare leader nei settori della produzione di Kit Idv (in vitro diagnostics) vogliamo diventare punti di riferimento anche a casa nostra – ha sottolineato il presidente Giacomucci – questo senza rinunciare a investire su nuovi mercati che stanno scoprendo il nostro marchio con grande interesse. Se siamo arrivati sin qui lo dobbiamo a chi, ieri e oggi, ci ha aiutato a crescere”.

La storia di Spire si riassume bene nel motto scelto per l’inaugurazione: “La tua salute non è un gioco” che ben rappresenta la filosofia di un’azienda italiana di eccellenza,  leader nei settori della produzione di Kit diagnostici, della diagnostica di laboratorio, nella progettazione, produzione e distribuzione di sistemi automatizzati e integrati di diagnostica applicata per i laboratori di analisi.

Così i cittadini di Reggio Emilia possono contare su un punto prelievi in più in via Fermi, a Fogliano, aperto tutti i giorni dalle 7.30 alle 10 (Spire ha aperto anche ad Albinea due mesi fa), mentre questo team di giovani imprenditori è già proiettato verso nuovi obiettivi . L’azienda progetta di estendere punti prelievi nei comuni reggiani e di soprattutto di sviluppare al propria presenza sui mercati esteri. Al momento Spire tratta con il Kazakistan, il Giappone, la Polonia, gli Emirati Arabi, il Brasile, Russia e Repubblica Ceca, ma e intende allargare ancora i propri orizzonti. E’ presenteall’Expo di Milano con eventi inforativi e con un proprio stand all’interno di Pianeta Nutrizione.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.