Boretto: scappa dai domiciliari, i Carabinieri lo pescano sotto la doccia

7/5/2015 –  Si trovava fuori dalla propria abitazione, sebbene fosse agli arresti domiciliari. Alla vista di una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Boretto è fuggito infilandosi nel portoncino di casa, certo di non essere stato visto. Nel dubbio ha anche fatto la scena  di lavarsi: dopo essersi spogliato si è infilato sotto la doccia, però è stato raggiunto dai Carabinieri che dopo averlo fatto rivestire l’hanno condotto in caserma e arrestato. Con l’accusa di evasione i Carabinieri della Stazione di Boretto hnno portato in carcere, a disposizione della Procura di Reggio Emilia,  il 25enne Lansana Souare residente a Boretto.

Ieri sera poco prima delle 20 una pattuglia della Stazione di Boretto nel transitare in via Per Poviglio ha notato il giovane nel cortile di pertinenza di un complesso condominiale di case popolari, che comprende anche il condominio dove vive. Mentre la pattuglia  entrava nel cortile, il 25enne fuggiva all’interno del palazzo e raggiungeva il proprio appartamento. I Carabinieri quindi “pescavano” il giovane sotto la doccia.

Inizialmente cercato di negare, poi si è rassegnato e ha seguito  i Carabinieri.

Il giovane era già finito nei guai l’estate scorsa, per aver violato più volte l’obbligo di dimora: era stato sorpreso fuori provincia, oltretutto macchiandosi di nuovi reati. Nel luglio 2014 si era reso responsabile  di una serie di danneggiamenti degli uffici universitari di Parma dove era entrato in maniera fraudolenta con un amico. Ad agosto sempre a Parma era stato denunciato dai carabinieri per un furto di merce all’interno di un negozio.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.