Un’altra notte di incendi dolosi

10/4/2015 – Un’altra, incredibile notte di incendi dolosi nel reggiano. E questa volta qualcuno ha rischiato grosso anche se alla fine, per fortuna, non si registrano danni alle persone. 
Il bilancio complessivo, al momento, è di un autocarro e un furgone bruciati a Castellarano e di un garAge dato alle fiamme a Montecchio, dove mancano all’appello anche tre motociclette. 

All’ 1.30 i Vigili del Fuoco sono intervenuti a Montecchio (Reggio Emilia) per l’incendio di un garage al civico 20 di via Falcone. 
Le fiamme hanno distrutto un motociclo e diverse masserizie. Secondo le prime informazioni raccolte dai Vigili del Fuoco, prima dell’innesco delle fiamme qualcuno aveva scassinato l’accesso del garage:  sarebbero state  rubate tre moto. Per precauzione è stata chiamata  anche un’ambulanza del 118, ma nessuna persona risulta infortunata. Non si esclude ovviamente l’ipotesi del dolo: saranno le indagini condotte dai Carabinieri di Montecchio, intervenuti sul posto, ad accertare
causa e dinamica dei fatti.

Due ore più tardi, alle 3,40 circa, sempre i Vigili del Fuoco sono intervenuti a Castellarano con due squAdre da Reggio e da Sassuolo per l’incendio di un autocarro Daily e di un Doblo parcheggiati in via Manzoni all’altezza del civico 17. Danni ingenti ad entrambi i mezzi, che appartengono a proprietari

diversi: il Doblò, di proprietà di un’azienda di Sassuolo, è in uso a un ingegnere che abita a Castellarano, L’autocarro Iveco Daily è di un artigiano di 62 anni. 
L’ipotesi più probabile è che qualcuno abbia dato fuoco a uno dei mezzi, e le fiamme si siano rapidamente propagate all’altro. 
Le indagini dei Carabinieri sono coordinate dalla Procura della Repubblic?

Be Sociable, Share!

2 risposte a Un’altra notte di incendi dolosi

  1. manuele Rispondi

    11/04/2015 alle 00:21

    bellissimo il finale dell’articolo

    • Pierluigi Rispondi

      11/04/2015 alle 08:55

      In effetti la chiusura ha involontariamente un senso politico pregnante. Grazie per la segnalazione. Ghiggini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *