Truffatore seriale su Ebay incastrato dai Carabinieri di Cadelbosco. Le sue vittime sarebbero centinaia

 6/4/2015 – Metteva all’asta merce su eBay, intascava i soldi e poi svaniva nel nulla. In questo modo un vicentino ha inzeppato il conto della sua postepay monetizzando in maniera fraudolenta oltre 10.000 euro raggirando numerose persone con la finta vendita di macchine da caffè, monitor, hard disk, GPS, folletto, robot aspirapolvere, accessori per macchine fotografiche che poi non spediva. L’hanno scoperto i Carabinieri della Stazione di Cadelbosco Sopra, Reggio Emilia,  a cui si è rivolto un giovane del paese caduto nella trappola.
 Con l’accusa di truffa informatica i militari di Cadelbosco Sopra hanno denunciato alla Procur di Reggio Emilia un 40enne vicentino con a carico precedenti specifici. 
Per portare avanti la truffa, come accertato dai Carabinieri,  l’uomo creava aste su Ebay,  facendosi pagare l’importo sulla carta prepagata, per poi sparire nel nulla. 
Un 26enne di Cadelbosco Sopra, si è così rivolto ai Carabinieri del suo paese denunciando la truffa: si era aggiudicato una macchina da caffè pagando il corrispettivo di 80 euro senza tuttavia ricevere quanto acquistato. 
I militari di Cadelbosco Sopra hanno accertato che la postepay era in uso a un 40enne vicentino che, come verificato grazie anche alla collaborazione della società eBay, non era nuovo a truffe del genere. 
D’altra parte nella Postepay sono risultati introiti per almeno 12.000  per aste pubblicate da metà febbraio concernenti la vendita di accessori per computer, obbiettivi per macchine fotografiche, folletto, hard disk: tutta merce venduta senza mai spedire la mèrce acquistata.  Altri compratori, di varie province d’Italia, sono rimasti vittime della truffa: i casi accertati sono per ora una ventina, ma secondo i militari potrebbero essere anche centinaia. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *