Strage nel canale di Sicilia: fiaccolata in città veglia preghiera in Cattedrale

22/4/2015 – “All’indomani di una nuova, immane tragedia in cui centinaia di migranti hanno perso la vita nel canale di Sicilia, la Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla ritiene indispensabile fermarsi a pregare e riflettere, facendo suo l’appello del Santo Padre”. Con queste parole la Diocesi ha annunciato la marcia e la veglia di questa sera, 22 aprile, in memoria dei morti inghiottiti nell’ultima , immane strage avvenuta al largo delle coste libiche. In basse ai racconti dei testimoni, i morti potrebbero essere 900 canale, la tragedia peggiore avvenuta nel Mediterraneo dopop l’ultima guerra mondiale.

Il vescovo Camisasca ha fatto proprie le parole pronunciate nel luglio 2013 da Papa Francesco a Lampedusa: “…E allora ho sentito che dovevo venire qui oggi a pregare, a compiere un gesto di vicinanza, ma anche a risvegliare le nostre coscienze perché ciò che è accaduto non si ripeta. Non si ripeta per favore!” .

Il raduno per la marcia silenziosa è fissato questa sera alle 20, 30 in corso Garibaldi all’altezza di piazza Gioberti: “Ricorderemo – scrive la Diocesi – questi uomini e donne come noi, fratelli nostri che cercano una vita migliore, affamati, perseguitati, feriti, sfruttati, vedove di guerra”.

Il corteo procederà fino alla Cattedrale, dove verrà celebrata una veglia di preghiera, presieduta dal vicario episcopale per la Carità e le Missioni don Romano Zanni.”

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *