Spacciava marjiuana km zero: market della droga in casa di un disoccupato

5/4/2015 – Ufficialmente è un disoccupato, di fatto è un piccolo imprenditore “specializzato” nel settore degli stupefacenti. I carabinieri di Quattro Castella hanno arrestato un uomo di 44 anni, senza lavoro regolare. Ma gestiva in casa un piccolo market della droga, anche chilometri zero, in quanto coltivava amorevolmente piante di marjuana. Insomma, dal coltivatore al consumatore. 
Nell’abitazione i militari hanno trovato di tutto un po’: 230 grammi di hascisc, alcuni grammi di cocaina, alcune piante di marjuana, una serra artigianale per far crescere le piante da stupefacente, più 600 euro in contanti provento dell’ attività illecita, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Nei guai anche un giovane del paese segnalato quale assuntore,  in quanto trovato in possesso d 30 grammi di hascisc appena acquistati dal 44enne finito in manette. 
I Carabinieri tenevano d’occhio il disoccupato da diverse settimane, osservando tutti i movimenti che si verificavano nella sua abitazione. Una via vai di persone a dir poco sospetto che ha convinto i carabinieri a entrare in azione quando hanno bloccato con i 30 grammi di hascisc appena acquistati per 300 euro. Alla luce dei riscontri nella tarda serata di venerdì i Carabinieri hanno fatto visita al 44enne e gli hanno perquisito la casa.
Dal divano del soggiorno sono saltati fuori alcuni grammi di cocaina ed alcuni di hascisc,  su un tavolo ‘era un bilancino di precisione, in giardino all’interno di un secchio c’erano 2 pani di hascisc da 1 etto l’uno, sul comò della camera da letto 600 euro in contanti ritenuti provento dello spaccio. 
Nella mansarda i Carabinieri hanno trovato una serra artigianale (con lampada ad alto voltaggio, termostato e timer per l’accensione) dove l’uomo coltivava 3 piante di marjuana da oltre un metro l’una. Tutto lo stupefacente e il materiale correlati all’attività di spaccio veniva sequestrato mentre “l’imprenditore” della droga veniva arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ristretto a disposizione del sostituto procuratore Maria Rita Pantani, titolare dell’inchiesta. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *