Ruba l’auto al vicino per la voglia di farsi un giretto: nei guai ragazzo di Guastalla

 7/4/2015 –  Voleva farsi un giro per il paese ed ha approfittato dell’auto del vicino, che aveva lasciato le chiavi sul cruscotto. Forse gli sarebbe andata liscia se al momento di riportare l’auto nello stesso punto da cui l’aveva presa, i Carabinieri non l’avessero beccato con le mani nel sacco.  
Con l’accusa di furto aggravato i militari della Stazione di  Boretto, che 
 hanno denunciato alla Procura di Reggio un 20enne di Guastalla che ha ammesso le proprie responsabilità, giustificando la sua condotta col desiderio di fare un giro in macchina per le strade della cittadina. La vittima, un 55enne operaio di Guastalla, tornato a casa per la pausa pranzo, aveva l’auto della moglie, una Matiz, sulla via di fronte alla sua abitazione, lasciandola aperta e con le chiavi inserite sul quadro. Finito  di mangiare in breve tempo, l’uomo è usito di casa, ma l’auto non c’era più.  Quindi l’allarme al 112 e la denuncia formalizzata in caserma dai carabinieri che subito avviato le ricerche dell’auto.  Dopo alcune ore è stato lo stesso derubato a risolvere il giallo, quando ha chiamato i carabinieri riferendo che l’auto rubatagli in precedenza si trovava nello stesso punto da dove era statw rubata. Il responsabile è risultato essere  un vicino di casa del derubato, che incalzato dei carabinieri ha ammesso di essersi impossessato della Matiz per la voglia di farsi un giro in auto. Ovviamente ciò non elimina il reato, ma potrebbe oermettere al giovane di beneficiare delle attenuanti per il furto d’uso. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *