“Ragazzo, se non lecchi il potere qui non hai vita facile”. Parola di Raspini

12/4/2015 – Se non lecchi il potere, qui non hai vita facile: è la sostanza del messaggio che Raspolitik, al secolo il poeta Stefano Raspini, manda al presidente del circolo Tunnel di Reggio Emilia. Nella sua pagina Facebook Marco Vicini, presidente del circolo Arci- discoteca di via Del Chionso, denuncia quella che a suo dire sarebbe una persecuzione da parte della Polizia municipale di Reggio: negli ultimi tempi il Tunnel ha collezionato 15 multe e un paio di denunce per esercizio abusivo di pubblico spettacolo. 
Gli scrive Raspini:  “Se vuoi delle lezioni su come ti chiudono i locali e rapidamente, scrivi al sottoscritto: me ne han chiusi 3 (Lokomotiv club, Metropole Cafè e kiosko) per un danno totale di 2 milioni di euro…”.
Da qui ironici consigli in prosa poetica.
“Sta dove sei ragazzo, renditi un po’ più organico al sistema, vai a messa, vai nei circoli, discuti – beninteso organicamente – dei problemi della città, sta vicino ai compagni vigili non fanno che il loro duro lavoro”.

di Raspolitik (Stefano Raspini) 

Caro presidente del Tunnel,
sei vuoi delle lezioni su come ti chiudono i locali e rapidamente scrivi al sottoscritto; me ne han chiusi 3 (lokomotiv club, metropol cafè,  kiosco) per un danno totale di circa 2 milioni di euro…..e non ci ho messo i mancatti incassii….fa te….vala’ vala’ che essere organico inquadrato serve nella vita……vala’vala’ che avere una bella forte biancorossa ala protettiva serve nella vita……va la’ va la’ che essere inseriti nel kattokomunismo che conta serve nella vita….vala’ vala’…il lokomotiv club circolo a.i.c.s venne chiuso dopo 2 mesi…..il metropol caffe’ licenza comunale dopo neanche un anno per dar spazio ai vecchietti elettori…il kiosco in piazza della vittoria… meglio lasciar perdere senno’ ci si giardellizza…fortuna che abbiamo un grande ministro delle infrastrutture…..un grande davvero…..tutti lo sanno che a reggio mancano i parcheggi sotterranei privati….a reggio nel ’64?….forse neanche allora……stà dove sei ragazzo e organicizzati ancor di più… vai  a messa (quest’altranno è anno santo) vai nei circoli, discuti organicamente dei problemi della città stai vicino ai compagni vigili non fanno che il loro duro lavoro…..e poi segui i tuoi simili i “vicini” semmai al tunnel ne hai di vicini di casa, essi contano ma contano di più i tuoi sponsor….i vicini hanno orecchie per sentire se non dotati di tappi di confronto istituzionale ben compattati………stai sereno presidente del tunnel finchè servi non ti succederà niente……zzzzzzzzzzzzzz…dormi tranquillo giovane rosso boy scout…
(Raspolitik) 

Be Sociable, Share!

9 risposte a “Ragazzo, se non lecchi il potere qui non hai vita facile”. Parola di Raspini

  1. Fausto Poli Rispondi

    12/04/2015 alle 22:07

    Condivido, Mr. Raspini.
    E’ un po’ la fatica che fa il Patron di Esselunga ad aprire supermercati a Reggio Emilia.
    Una fatica immane. E dire che tira di piu’ 1 l’Esselunga che 3 ipercoop insieme.

    Per far grandi locali da ballo, a Reggio Emilia devi farti sponsorizzare dal PD. Andare a cena a Bebbio al castello, strisciare, poi vedrai che avrai la strada spianata.
    poi se sei nella massoneria, aprirai un locale 10 volte il Marabu’.

    Pero’ e’ meglio lottare con le propire idee di liberta’ antipolitica.

    Consiglio a tutti di vedere Report della Piacentina Gabanelli.

    Salut

  2. marco vicini Rispondi

    13/04/2015 alle 09:52

    Quando parli della tua storia leggo e mi fido di quello che scrivi. ho qualche difficoltà in più a darti retta quando parli di me e della mia, di cui evidentemente non sai nulla.

  3. perla Rispondi

    13/04/2015 alle 12:22

    sei un grande raspo!

    diglielo a quei quattro chierichetti col pugno chiuso che si fanno i loro pensando di essere utili alla collettivita’. Fanno c a g a r e tutti pronti a salvare il culo quando si tratta della posizione politica tutti pronti a tornare indietro quando si tratta di attaccare i loro privilegi. fate schifo! destra sinistra centro tutti una gran massa di mafiosi parassiti! reggio e’ come palermo.

    e raspini e’ il nostro Libero Grassi

    • Tunnel Rispondi

      13/04/2015 alle 14:49

      pensavo fosse come reggiocalabria
      anzi ormai è evidente

  4. Tunnel Rispondi

    13/04/2015 alle 12:23

    Raspo, reggiopeggio non è mai stata nel ‘tunnel del divertimento’ e la cultura ha sempre avuto il bollino, ma non quello della banana purtroppo.
    Basta vedere la fine che ha fatto.
    Una Cala-trave nell’occhio.

    i miei omaggi dall’Oltre

  5. fuori dal tunnel Rispondi

    13/04/2015 alle 17:12

    raspo, non ti preoccupare prima o poi questo incubo finisce3 e torna il sereno.
    sperom

  6. Fausto Poli Rispondi

    13/04/2015 alle 19:26

    Condivido le affermazioni di Mr. Raspini.
    Il succo del clientelismo sta tutto qua.
    Resta il fatto che far chiudere locali quando vanno bene e’ un DELITTO.

    Io ho conosciuto un ragazzo che aveva un bel negozio di computer a Parma. Era molto bravo, e se ne intendeva.

    Beh, Vi parlo di anni fa, c’era la legge Prodiana che come attivita’ dovevi fattuare almeno un tot.

    E a Lui, il mio amico, gli e’ arrivato un accertamento con 100.000 euro di multa perche’ a dire dell’ag, delle entrate, doveva fatturare almeno 200.000 eruo. Pensate un negozio di 30 mq in una viuzza della Citta’.

    E questo e’ l’esempio dello schifo che fanno i politici.

    Con Del Rio ne vedremo delle belle. Voglo proprio vedere che cazzo combinera’.

    • Tunnel Rispondi

      13/04/2015 alle 22:46

      Davvero è ancora così curioso Gentile Fausto ?
      Non ne ha già viste abbastanza ?…
      Cordialità.

      • Fausto Poli Rispondi

        16/04/2015 alle 14:27

        Si mi interesso ancora di politica, per vedere quale fondo grattano, dov’e’ il fine del barile. Ma credo che i politici gratteranno ancora molto.

        Pero’ in tanti cittadini Vi e’ la consapevolezza di non andare piu’ alle urne. E questo lo condivido.

Rispondi a marco vicini Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *