Polizia in forze alle ex Reggiane: scovati 23 pregiudicati
Coppia dormiva nel portabagagli di un bus

Polizia ex reggiane 1

24/4/2015 -La Questura di Reggio Emilia, unitamente alla Squadra Cinofili dell’Associazione Polizia Municipale Matildica Val Tassobbio, ha schierato questa mattina una vera e propria Task Force per effettuare controlli a tappeto all’interno dell’area “Ex-Reggiane”, a seguito alle richieste di intervento pervenute da numerosi cittadini. I capannoni abbandonati sono diventati una corte dei miracoli dove trovano rifugio spacciatori, piccoli delinquenti di ogni specie, immigrati in difficolta e clandestini. 

Alle 7.00 di stamattina 8 Agenti della Squadra Mobile, 12 Agenti del Reparto Prevenzione Crimine, 6 Agenti delle Volanti, 1 operatore della Polizia Scientifica, 3 Agenti della Polizia Municipale di Casina con il cane antidroga sono entrati nella vasta area di via Agosti.

polizia ex reggiane2

Hanno trovato 29 individui tutti extracomunitari, di cui molti già noti agli Agenti, 22 dei quali privi di documenti personali e perciò accompagnati in Questura  per accertarne l’identità e verificare le pendenze penali.

Infatti ben 23 sono risultati con precedenti penali, soprattutto  reati inerenti agli stupefacenti ed il patrimonio. Al termine delle indagini un uomo è stato denunciato per avere a suo carico un foglio di via dal Comune di Reggio Emilia e ben 12 persone venivano trovate prive di status idoneo per restare in Italia: cinque sono state accompagnate al CIE in attesa di espulsione.

Tutti i soggetti – riferisce la Questura – si erano ricavati i propri spazi in diversi capannoni. Una coppia aveva ricavato un giaciglio di fortuna all’interno del vano portabagagli di un autobus posteggiato lungo il muro perimetrale di via Agosti.

I cani della squadra Cinofila hanno fatto ritrovare  numerosi involucri e residui da consumo di sostanze stupefacenti, che hanno permesso di definire una mappa dell’intera area con  le zone maggiormente frequentate da tossicodipendenti.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *