Nuova ondata di incendi dolosi. La Golf di un tunisino a fuoco a Cavriago

8/4/2015 – Nessuna inchiesta sembra riuscire a venire a capo dello stillicidio  di incendi dolosi appiccati nel reggiano per ragioni di criminalità affarismo, ricatti, intimidazioni, usura, vendette e talvolta anche per gelosie personali, con un metodo che, piaccia o no, è sempre di stampo mafioso.
 Il fenomeno, ripreso alla grande anche dopo l’inchiesfa Aemilia, ha indotto  la Procura di Reggio Emilia ad unificare le indagini in un un’unico fascicolo che praticamente da un giorno all’altro si arricchisce di nuovi episodi.
Questa notte gli incendiari hanno colpito in via Galli a Cavriago, dove sono intervenuti i Vogili del Fuoco di Reggio Emilia e i Carabinieri della locale stazione. Qualcuno aveva appiccato il fuoco a una Volkswagen Golf di un cittadino tunisino di 23 anni, un operaio che abita a Cavriago. 
Le fiamme hanno danneggiato seriamente la macchina, e i Carabinieri hanno accertato l’origine dolosa del rogo. Avviate le indagini, coordinate dalla Procura reggiana, finalizzate ad accertare con chiarezza i fatti nell’ipotesi delittuosa di danneggiamento seguito da incendio.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Anonimo Rispondi

    24/10/2015 alle 02:28

    A me, hanno incendiato, 2 auto:una, incendiata, tra il 13 e il 14 agosto, 2006 e una altra ,appena comprata ,(ndr) ,tra il 13 e il 14 settembre, 2006!!!!!.Sono stato ,risarcito, con pochi spiccioli e se non mi avessero ,aiutato i miei, sarei finito, alla caritas.Ho fatto, un esposto, su chi, poteva essere stato, dai carabinieri, poi, Boh.Rabbia ,più nera, anche, dopo tanti anni.Se, qualcuno, non avesse, chiamato i pompieri, sarebbe saltato, tutto il palazzo.Grazie, anticipatamente.Ps:non pubblicate, per cortesia, il mio nome, grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *