Mauro Bonaretti segue Delrio alle Infrastrutture? “Pessimo messaggio etico, ricordiamoci dell’abuso edilizio”

4/4/2015 – “Leggo che il neoministro Graziano Delrio sarebbe in procinto di spostare il fido Mauro Bonaretti al Ministero delle Infrastrutture. E’ una nomina inadeguata e un pessimo messaggio etico ai cittadini”. La dichiara  la deputata reggiana dei Cinquestelle, Maria Edera Spadoni.
Bonaretti era direttore generale del Comune di Reggio Emilia, e Delrio lo ha voluto a Roma e, quando è diventato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, lo ha nominato Segretario generale di palazzo Chigi (suscitanto perplessità e opposizioni fra i grand commis dello Stato),
Oggi secondo i rumors diffusi ieri,  seguirebbe Delrio al ministero di Porta Pia.
Ma per Maria Edera Spadoni sarebbe un errore, perchè Bonaretti da direttore del comune di Reggio commise un abuso edilizio con la copertura non autorizzata, documentata dai giornali, della veranda del suo appartamento nel centro storico di Reggio. Bonaretti, è noto, è il compagno della presidente del consiglio comunale di Reggio Emilia Emanuela Caselli.
Questa mattina dichiara Maria Edera Spadoni dichiara:  ” Ribadisco la denuncia politica che feci nel marzo 2014 quando Mauro Bonaretti fu  promosso come segretario generale di Palazzo Chigi. Niente di personale contro un ottimo professionista, ma quando era direttore generale del Comune di Reggio Emilia (nominato da Delrio) commise un abuso edilizio per il quale dovette sborsare 20.000 euro di multa, emessa dalla stessa istituzione di cui lui era dirigente”.
La Spadoni  ricorda come “un anno fa già denunciai come il messaggio etico e politico negativo che Delrio dava con questa promozione. Bonaretti infatti prima era stato promosso Capo di Gabinetto presso il Ministero per gli Affari Regionali, poi come segretario generale di Palazzo Chigi, ora si legge dovrebbe andare proprio seguirlo alle infrastrutture. Spero la notizia venga smentita. Che messaggio di rispetto delle regole lasceremo alle generazioni di oggi e domani, se chi ricopre ruoli di responsabilità e sbaglia, invece di fermarsi nella sua carriera professionale  può arrivare fino agli alti vertici del governo della Repubblica in ruoli delicatissimi? Con Renzi e Delrio…chi sbaglia non paga. La vecchia politica verniciata di nuovo”,  spiega la Spadoni.  “Nel settembre 2013 i senatori del Movimento 5 Stelle sempre riguardo a Bonaretti denunciarono la sua proposta (poi bocciata) di triplicare i direttori generali dei Comuni.” conclude la parlamentare 5 stelle.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. franco Rispondi

    04/04/2015 alle 21:10

    E’ un po’presto. Non gli hanno ancora regalata la biciletta motorizzata !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *