La grande Amii Stewart e Griminelli il 15 al Pala Bigi
Concerto Lions-Apro per Gastroenterologia

La presentazione di Musica#Re: Amii Stewart tra il sindaco Luca Vecchi e il primario Romano Sassatelli

La presentazione di Musica#Re: Amii Stewart tra il sindaco Luca Vecchi e il primario Romano Sassatelli

8/4/2014 – Grande concerto di beneficenza a favore di Apro, l’assocazione Ascmad-Prora dell’Arcispedale Santa Maria Nuova fondata da Giuliano Bedogni e guidata da Giovanni Fornaciari. Dopo aver conseguito un successo smagliante nella raccolta per il nuovo acceleratore lineare di Radioterapia Oncologica, con testimonial come Stefano Baldini, Andrea Griminelli, Carlo Ancelotti e Orietta Berti, ora Apro è impegnata nel progetto per una nuova sala operatoria di Gastroenterologia.
In questo quadro il 15 aprile al palazzetto della Sport di Reggio Emilia, è in programma Musica#Re,  concerto promosso da Lions Club e Apro con la partecipazione della grande Amii Stewart, del flautista di fama mondiale Andrea Griminelli – testimonial storico di Apro – di Fabrizio Bosso e Stefano Nanni. I biglietti, acquistabili su vivaticket.it o in alcuni punti vendita autorizzati, costano 25 euro per la gradinata (posti non numerati), 35 euro per la tribuna e 45 per il parterre, entrambe sezioni con posti numerati.

Presentando questa mattina l’iniziativa, il sindaco, Luca Vecchi, che ha definito   l’ospedale S. Maria la «Mediopadana della sanità» reggiana (il riferimento è alla stazione dell’alta velocità firmata da Santiago Calatrrava) ha sottolineato il ruolo rilevante delle numerose associazioni di volontariato che ruotano intorno al mondo delle strutture di cura cittadine. «Un capitale sociale, frutto e artefice di un foete senso civico, un tratto distintivo della nostra comunità», ha detto Vecchi.

Concerto Apro - cs 3 (8.4.15)

Sulla stessa linea Giovanni Fornaciari, direttore di Medicina III  dell’ospedale e presidente della onlus Apro, e del direttore di Gastroenterologia Romano Sassatelli:   «Quello che stiamo costruendo è il frutto del lavoro di tutta la comunità». Amii Stewart si è dichiarata  «onorata» di partecipare all’iniziativa, con parole di elogio per i Lions e  sottolineando il valore dei rapporti umani e di comunità che si instaurano nelle piccole città come Reggio Emilia.

Nella conferenza stampa, il primario Sassattelli ha annunciato che già nei primi giorni di maggio potrebbero essere pronti i primi locali destinati al nuovo reparto di Gastronterologia al piano zero del nuovo padiglione del Core (Centro onco-ematologico).
L’edificio avrà  una superficie complessiva di 15.500 metri quadrati distribuiti su cinque piani fuori terra ed un piano seminterrato: sarà ultimato entro l’anno. Al suo interno saranno concentrate le funzioni di ricerca e di assistenza oncologica di alta specialità. Vi troveranno spazio i reparti coinvolti nei percorsi del paziente oncologico: ematologia, oncologia, medicina oncologica, gastroenterologia ed endoscopia digestiva, chirurgia oncologica.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *