Inchiesta tangenti, repulisti alla Cpl Concordia: via tutto il cda, un esterno “autorevole” come presidente

22/4/2015 – Cpl Concordia, il colosso cooperativo travolt0 dall’inchiesta di Napoli su tangenti, appalti, finanziamenti ai partiti e favori ad amministratori pubblici, riparte da zero e cambia l’intero consiglio di amministrazione.

Il cda di Cpl Concordia si presenterà dimissionario nella sua totalità per “favorire il ricambio di tutti i suoi membri” alla assemblea dei soci del 29 aprile, durante la quale saranno rinnovati gli organi di governo della coop. Tra i candidati, si legge in un comunicato della Cpl, “all’assemblea verranno proposte anche autorevoli figure esterne le quali potranno concorrere alla carica di Legale rappresentante”. Alcuni dirigenti hanno rivelato ai partenopei, partendo dall’affaire della metanizzazione di Ischia (per il quale è finito in carcere l’ex sindaco Pd Giusi Ferrandino), i sistemi con cui la Cpl “oliava le ruote” delle gare d’appalto.L’ex presidente storico Alberto Casari è agli arresti domiciliari

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *