Prende a pugni il padre, poi lo minaccia con un coltello. Denunciato ragazzo di 16 anni

27/4/2015 –  Ha scaraventato a terra il padre prendendolo a pugni, perché lo aveva rimproverato per le frequenti uscite con gli amici. Si è anche armato di un coltello minacciando di ucciderlo.

Il grave episodio è accaduto l’altro pomeriggio in un’abitazione del capoluogo reggiano. I carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Reggio Emilia, intervenuti a seguit odell’allarme dato dalla moglie al 112, hanno garantito i soccorsi all’uomo, curato in ospedale con 6 giorni di prognosi, poi hanno condotto in caserma il minore, che ha 16 anni: ora si trova in una comunità su indicazioni della Procura minorile di Bologna, a seguito della denuncia del ragazzo per lesioni personali e minacce aggravate.

Secondo quanto accertato dai Carabinieri  da qualche tempo i rapporti in casa erano tesi per la condotta del figlio, che a febbraio aveva anche deciso di abbandonare gli studi. L’altro pomeriggio dopo pranzo il padre vedendolo uscire ha cercato di parlargli per fargli intendere – come qualsiasi genitore dice in queste circostanze – che la casa non è un albergo. La reazione del minore è stata spropositata: ha spinto il padre a terra prendendolo a pugni. Quando ha capito che la mamma aveva chiamato i carabinieri e che il padre comunque non lo avrebbe lasciato andare, ha promesso di fare il bravo. Ma appena il genitore ha allentato la presa, si è armato di un coltellaccio da cucina puntandolo contro il padre: “Guarda che ti ammazzo”. Quindi l’arrivo dei carabinieri che anno riportato la calma in casa, garantendo i soccorsi al padre e denunciando il minore ora collocato in comunità.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.