Il jazz on demand sbarca a Reggio. Grande serata
con i Jumping Jive alla Far Studium Regiense

locandina

13/4/2015 – Finalmente il jazz on demand arriva a Reggio Emilia. Una eccezionale jam session ad ampio spettro – dai ballabili al be-bop – domani sera, martedì 14, alla Far-Studium Regiense di via San Filippo 14 a Reggi Emilia, con i Jumping Jive, formazione multiforme che si presenta ai reggiani nel classico quartetto composto  da famosi  musicisti del “giro” milanese e di rango internazionale: Silvano Tamburini al pianoforte, Roberto Meroni sax tenore e clarinetto, Luca Garlaschelli al contrabbasso, Marcello Colò alla batteria. 

I Jumping Jive ricreano le atmosfere della Swing Era ( fatta non solo da grandi orchestre, ma in gran parte di una miriade di piccoli gruppi, al massimo sei strumentisti) interpretando gli evergreen di autori come Gershwin, Rodgers, Ellington, Alberto Carlos Jobim, in un volo vertiginoso da The Man I Love a Garota de Ipanema; o di Sonny Rollins, Charlie Parker, Telonious Monk. 

Ma i Jumping Live, fondati parecchi anno fa da Tamburini e Meroni, sono ricercati anche come profeti del jazz on demand, vale a dire “voi chiedete, noi eseguiamo”, che rende il pubblico direttamente partecipe della session. Domani sera all’ingresso sarà distribuito un elenco di duecento brani: tra questi, gli spettatori potranno scegliere il preferito e chiederne l’esecuzione. Un concerto senza rete, proprio come ai vecchi tempi. Un’apoteosi di swing e genio del jazz. È la prima volta a Reggio Emilia. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *