Geometra di Carpineti massacrato per un debito: arrestato agente immobiliare di Toano

24/4/2015 – Un presunto credito sarebbe stata la causa per la quale un uomo di Toano ha massacrato di botte nei suoi uffici un geometra di 56 anni di Carpineti,  ora ricoverato in gravi condizioni al Maggiore di Parma per fratture facciali plurime.

L’aggressore ha 47 anni, lavora all’ufficio tecnico del comune di Montefiorino e contemporaneamente è agente immobiliare a Toano. E’ stato arrestato dai carabinieri della stazione di Carpineti con l’accusa di lesioni gravissime: questa mattina comparirà davanti al tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse a lui contestate.

Carpineti: sangue nell'ufficio del geometra massacrato di botte nel suo ufficio

Carpineti: sangue nell’ufficio del geometra massacrato di botte nel suo ufficio

 

Il fatto di sangue è avvenuto ieri mattina a Carpineti. Alle 9,30 una cittadina in preda al panico ha bussato alla caserma dei Carabinieri segnalando che un geometra del paese era stato pestato selvaggiamente nel studio. I militari si sono precipitati sul posto, trovando la vittima accasciata su una sedia e col volo tumefatto, ridotto a una maschera di sangue. Dopo i primi soccorsi, il professionista è stato ricoverato al maxillo facciale del Maggiore di Parma e per numerose fratture al volto. Nel frattemo, i militari identificavano l’aggressore nell’ agente immobiliare, e lo arrestavano.

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Mario Guidetti Rispondi

    24/04/2015 alle 20:54

    Lui arrestato (giustamente) mentre chi ha (fatto ancor più grave) brutalmente aggredito con un coltello Ines Conradi, operatrice di Telereggio, dal 19 ottobre del 2014 se ne “fa un baffo” e “la vittima”…resta in attesa che le sia resa giustizia. Fino a quando?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *