La fragilità della Terra: Benny Benassi aprirà Fotografia Europea. “Ex-Reggiane luogo ideale per un progetto giovani”

21/4/2015 -Questa mattina al teatro Valli di Reggio Emilia presentazione di uno degli eventi più attesi della decima edizione di Fotografia Europea,dedicata a Effetto Terra,  in programma venerdì 15 maggio dalle 21.30 in piazza Martiri del 7 luglio.

Si intitola Zero – Evolution and Fragility Of The EarthSound & Visual Experiment on the Teatro Valli ed è realizzato con il contributo di  Landi Renzo S.p.a.

Benny Benassi

Benny Benassi

Protagonista sarà Benny Benassi, uno dei dj italiani più conosciuti al mondo, nato a Reggio Emilia e produttore per artisti come Madonna, Jovanotti e Mika. Un set completamente inedito di musica e video mapping sulla facciata del Teatro Valli dedicato al tema della fragilità della natura e del nostro pianeta. L’evento è stato presentato da Benny Benassi Dj e produttore;  Raffaella Curioni  assessore comunale a Educazione e conoscenza, Stefano Landi presidente e amministratore delegato Landi Renzo S.p.a., Paul Sears manager di Benny Benassi, Stefano Camurri FrameDealer, Vj and visual contents.

 

Venerdì 15 maggio la serata inaugurale di Fotografia Europea culminerà alle 21.30 in piazza Martiri del 7 luglio con lo spettacolo di Benny Benassi.

 

Sarà una vera sorpresa: un set completamente inedito di musica e video mapping sulla facciata del Teatro Valli dedicato al tema della fragilità della natura e del nostro pianeta. Le immagini saranno di Guy Laliberté, storico fondatore del Cirque du Soleil, per sostenere ONE DROP, progetto volto a sensibilizzare il mondo sui temi dell’emergenza idrica, proprio nell’edizione in cui Fotografia Europea celebra i suoi dieci anni reinterpretando le tematiche di Expo 2015, l’Esposizione Universale di Milano, attraverso un’articolata e coinvolgente riflessione sul rapporto tra uomo e natura dal titolo Effetto Terra.

 “È una bella collaborazione tra pubblico e privato -ha detto Benny Benassi – resa possibile da Stefano Landi e da Pro Music: andremo a mappare la facciata di un teatro molto bello, che non potrà che valorizzare ulteriormente il progetto. È sempre molto bello tornare a Reggio, vorrei riuscire a portare nella mia città quello che porto in giro per il mondo, fare una cosa bella tutti insieme nei dieci anni del festival. Amo la mia città, piena di ciclabili che mi permettono di andare dove voglio in un attimo. Qui sto bene e penso che Reggio abbia fatto tanto e stia ancora facendo tanto. A New York, dove mi trovo spesso per lavoro e dove c’è una comunità italiana molto forte, c’è un’energia incredibile, ma non ci vivrei: una settimana là mi dà la carica per tornare a casa ed essere felice di vivere in campagna. Sono tanti i luoghi di Reggio che mi piacciono: nell’ambito del circuito Off di Fotografia Europea il palazzo in via dei Due Gobbi è uno spazio bellissimo. Tra i posti più emozionanti di Reggio, poi, ci sono le Officine Reggiane che sarebbero lo spazio ideale per accogliere i giovani con musica dal vivo e dj set”.

Fotografia Europea. Da sinistra: Stefano Camurri, Stefano Landi, Benny Benassi, Raffaella Curioni e Paul Sears

Fotografia Europea. Da sinistra: Stefano Camurri, Stefano Landi, Benny Benassi, Raffaella Curioni e Paul Sears

Stefano Landi, presidente e amministratore delegato di Landi Renzo, si è detto “contento di poter presentare un’iniziativa straordinaria come lo spettacolo di Benny Benassi, che si inserisce in Fotografia Europea e nel contesto ancora più ampio di Reggio Emilia per Expo. Anche in questa occasione Reggio Emilia riuscirà a offrire uno spettacolo di altissimo livello. Benny è uno degli artisti musicali più importanti e famosi a livello internazionale e per questo è un onore per noi poterlo ospitare e per la Landi Renzo aver potuto contribuire alla realizzazione dell’evento che Benny ci regala. Noi della Landi ci sentiamo in linea con le tematiche affrontate dallo spettacolo, tutela e salvaguardia dell’ambiente che passa attraverso l’impiego di nuove energie: facciamo questo mestiere da sessant’anni. Conoscevo Benny Benassi da tempo per la sua fama ma non personalmente: l’ho conosciuto qualche mese grazie all’intercessione di mio figlio Andrea che vive e lavora a Los Angeles ormai da cinque anni e che quindi ha molti più momenti di incontro con Benny di quanti ne abbia io. Benny è un ragazzo che non si è fatto contaminare dallo show business, restando molto attaccato al suo territorio; non a caso tutte le volte che può torna qua a Reggio Emilia”.

 

BENNY BENASSI

 

All’anagrafe Marco Benassi, inizia la sua carriera di deejay alla fine degli anni Ottanta a Reggio Emilia: insieme al cugino Alle Benassi forma ilduo Benassi Bros e con Alle Benassi successivamente produce tutte le tracce e tutti i remix sia come Benassi Bros che come Benny Benassi.

 

 Il primo successo internazionale è I Feel So Fine lanciato nel 2001 sotto il nome KMC, cantato da Dhany. Segue un secondo singolo di successo, Satisfaction, che esce come Benny Benassi presents The Biz. Questo brano innovativo conquista il secondo posto della classifica dei singoli in Gran Bretagna.  È una hit in tanti altri paesi del mondo, cambia il modo di fare musica da club e lancia la carriera internazionale di Benny. Nell’agosto del 2007 esce il singolo Bring the Noise, remix del successo dei Public Enemy, col quale vince il Grammy Awards nella categoria Best Remix.

 

Dal 2000 ad oggi è protagonista nei club più importanti in Europa, America e Asia e ha suonato nei più importanti festival europei ed americani, dall’Electric Daisy Carnival di Las Vegas al californiano Coachella e Tomorrowland in Belgio. Hitmaker di successo ha collaborato come produttore con Madonna, Mika e Jovanotti per Ti porto via con me. E’ stato per mesi nella top ten delle classifiche americane (vendita e radio) con Don’ t wake me up di Chris Brown e ha remixato artisti come i Rolling Stones e Bob Marley, per nominarne solo due.

 

 

Nel 2011 ha scalato la classifica mondiale con due brani: Beautiful People con Chris Brown e Cinema con Gary Go, di cui il famoso remix di Skrillex vinse un altro Grammy. Dal 2012 è impegnato anche come direttore artistico di Benny Benassi and Friends, appuntamento che ogni anno porta a Bologna i nomi più accreditati della scena club internazionale.

 

 

Benny Benassi è fra i Dj più affermati del mondo da più di un decennio e ha accumulato innumerevoli premi e riconoscimenti. Per la sua importanza nella storia della musica da club, è conosciuto come “the godfather of electro” o “il padrino dell’electro”.

 

 

 

GUY LALIBERTÈ E ONE DROP

 

Le immagini che verranno proiettate sulla facciata del Teatro Valli sono di Guy Laliberté, storico fondatore del noto Cirque du Soleil che sarà presente a Milano in occasione di Expo 2015. Dunque un filo rosso lega ancora una volta Expo a Reggio Emilia grazie al progetto Benny Benassi & One Drop present: Zero – Evolution and Fragility Of The Earth. Sound & Visual Experiment on the Teatro Valli.

 

Si ricorda che Guy Laliberté è stato il primo artista ad essere stato nello spazio, dalla cui insolita prospettiva ha tratto immagini straordinarie. La sua avventura, ampiamente documentata da immagini bellissime, è al centro di un articolato e ammirevole progetto umanitario. Una “missionesociale e poetica” per sostenere ONE DROP la sua organizzazione no profit, nata per sensibilizzare il mondo sui temi dell’emergenza idrica, che attanaglia troppe aree del pianeta. L’obiettivo di ONE DROP è di consentire l’accesso all’acqua potabile, da qui al 2017, a un milione di persone oggi condannate alla sete.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *