Expo, tre capolavori fatti a mano da Sisto Parmeggiani
tra le cento sedie del padiglione Cascina Triulza

22/4/205 – C’è anche un artigiano di San Martino in Rio, Sisto Parmeggiani titolare di “Le Scale”, tra il parterre di artisti che si è aggiudicato il concorso “100 Different Copies” e che avrà così la possibilità di presentare un prodotto di design ad Expo 2015. Il concorso è stato lanciato lo scorso anno da Slow/d, piattaforma web dedicata ad artigiani-designer, in collaborazione con Cna EmiliaRomagna e Fondazione Triulza. Ha visto una call internazionale indirizzata a giovani designer under 35 che hanno dovuto pensare e realizzare una seduta originale per il ristorante che si trova all’interno del Padiglione della Società Civile, unica struttura che continuerà la propria attività una volta terminato l’evento Expo.

Da sinistra, Luca Ferrari e Sisto Parmiggiani

Da sinistra, Luca Ferrari e Sisto Parmiggiani

A vincere, tra i designer, è stato Mario Alessiani che con la sua sedia “Rjr” ha dato avvio alla seconda fase del progetto “100 Different Copies” ovvero alla realizzazione delle sedie per il ristorante milanese che gli artigiani scelti da Slow/d invieranno al salone nei prossimi giorni. Ed è qui che si inserisce Parmeggiani, unico reggiano ad essere stato scelto per partecipare al concorso e realizzare tre delle cento sedie di design che popoleranno il Cascina Triulza di Expo. Le sedie sono state realizzate nell’azienda sammartinese e pitturate interamente a mano da Sisto e dal suo collaboratore Luca Ferrari, seguendo minuziosamente tutti i dettagli forniti dall’artista e da Slow/d, la piattaforma web che offre ad artigiani e designer un modo innovativo per produrre e vendere prodotti artigianali localmente e online.

“Siamo orgogliosi di questo risultato – dice Giulia Luppi assessore alla Cultura – che dà l’opportunità al nostro artigiano non solo di lanciare il proprio prodotto su scala globale, ma anche di costruire relazioni e alleanze strategiche per restare protagonista e attore nel settore. Credo che questi siano i valori positivi di Expo Milano 2015 che permette di arricchire l’immagine del brand locale e di indirizzare il sistema azienda verso nuove prospettive, anche per chi proviene dalla provincia, ma ha energie e idee che ben possono ambientarsi nel parco tematico milanese”.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Pingback: 100 Different Copies. Ecco come abbiamo realizzato le sedie di Mario Alessiani - Le Scale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *