Caso Pagliani, la Dda rinuncia al ricorso. “Le motivazioni del Riesame hanno convinto anche la Procura”

9/4/2015 – La Procura distrettuale antimafia di Bologna ha rinunciato al ricorso contro la sentenza con cui il Tribunale del Riesame aveva scarcerato l’avvocato Giuseppe Pagliani, capogruppo di Forza Italia in comune a Reggio Emilia, dopo 22 giorni di ingiusta detenzione all’ambito dell’inchiesta Aemilia sulla rete ndranghetista che fa capo a Grande Aracri.  Lo ha comunicato il difensore di Pagliani, avvocato  Gianluca Dallari: “La liberazione di Pagliani convince anche la Procura – scrive il legale – e naturalmente ne siamo molto felici”. 

Giuseppe Pagliani il giorno della scarcerazione: l'abbraccio con la madre

Giuseppe Pagliani il giorno della scarcerazione: l’abbraccio
con la madre


Il Riesame, è noto, aveva rilevato l’inesistenza di gravi indizi a carico dell’esponente azzurro. Non solo: ha affermato che dopo l’incontro di marzo con Sarcone e gli imprenditori cutresi,  Pagliani aveva interrotto i rapporti con quel gruppo, e che comunque l’opposizione esercitata nei  confronti dell’ex presidente della Provincia Sonia Masini era attività politica pienamente legittima.

Scrive l’avvocato Gianluca Dallari: “Sono ormai scaduti i
termini per proporre ricorso in Cassazione contro il
provvedimento del 19 febbraio con cui il Tribunale della Libertà di Bologna ha liberato l’avv. Giuseppe Pagliani e, ciò nonostante, la DDA di Bologna non ha depositato alcuna impugnazione contro tale decisione.

La scelta della procura bolognese di rinunciare ad ogni contestazione contro la liberazione dell’avv. Giuseppe Pagliani non può che essere accolta con soddisfazione, anche in ragione delle stesse parole pronunciate dal procuratore
capo Alfonso non appena saputo dell’avvenuta scarcerazione”. 

Giuseppe Pagliani, capogruppo di Forza Italia

Giuseppe Pagliani, capogruppo di Forza Italia

“Come riportato da tutte le testate giornalistiche – aggiunge Dallari –  il procuratore capo aveva preannunciato sin da subito un ricorso in cassazione salvo che emergessero motivazioni “particolarmente convincenti” per non farlo”.

A questo punto, Dallari parla di “folle arresto” subito da Pagliani: “Siamo, pertanto, molto felici che le motivazioni del Tribunale della Libertà, le quali hanno smantellato ogni infondata accusa a carico dell’avv. Giuseppe Pagliani, abbiano convinto anche la Direzione distrettuale antimafia di Bologna, e ciò a riprova della totale infondatezza delle accuse mosse nei confronti dell’avvocato Pagliani e del folle arresto da quest’ultimo subito”. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *