Barista di San Polo spacciava banconote da 20 euro false. Denunciata insieme al suo compagno

15/4/2015 – Si è ritrovata in cassa una decina di banconote da 20 false, e  così una commerciante di San Polo d’Enza si è rivolta ai carabinieri. I militari, nel corso delle indagini, hanno concentrato l’attenzione su una barista, una trentenne  del paese, che si presentava di frequente nel negozio per fare  piccoli acquisisti pagando appunto con banconote di quel taglio.

Alla fine i militari, nel corso di una perquisizione, hanno trovato 17 biglietti da 20 euro fasulli. Con accusa di spendita di banconote falsificate i carabinieri della Stazione di san Polo d’Enza hanno denunciato la donna. Nei guai anche il suo compagno reggiano di 30 anni, denunciato per  il reato di ricettazione in quanto nel corso della perquisizione i militari lo hanno trovato in possesso di una moto KTM con numero di telaio abraso, rubato lo scorso 1 aprile da un garage di un’abitazione di Bibbiano. Un sequestro quello operato dai Carabinieri di San Polo che fa seguito a un altro
sequestro di banconote false da 20 euro, ben più rilevante, avvenuto sempre in Val d’Enza nel novembre scorso. Furono infatti trovate  circa 3.000 banconote per un totale approssimativo di 60.000 euro. Due napoletani finirono in manette. Una coincidenza? Saranno le indagini dei Carabinieri di San Polo d’Enza a chiarire anche quest’aspetto.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *