Armi clandestine, refurtiva e droga a Correggio e Toano: un arresto

 20/4/2015 –  Un fucile clandestino (sconosciuto alla banca dati delle forze di polizia) una pistola rubata in provincia di Ferrara, 3 carabine ad aria compressa senza matricole, varia refurtiva costituita in prevalenza da attrezzi edili, una decina di grammi tra hascisc e marjuana. 
Non si è fatto mancare proprio nulla in casa un uomo di 56 anni originario di Toano e residente a Correggio, che nella mattinata di domenica è stato arrestato dai carabinieri per detenzione illegale di armi comuni da sparo e ricettazione.
A ciò si aggiunge la segnalazione per il possesso degli stupefacenti,  la cui detenzione è stata ricondotta ad uso personale non terapeutico. Ieri mattina i carabinieri di Correggio, venuto a sapere che nell’abitazione del 56enne potevano essere nascoste armi non denunciate e quindi di illecita provenienza, hanno dato corso a unA perquisizione domiciliare.
Sul balcone di casa hanno trovato una venivano rinvenuta  valigetta contenente una pistola FAS cal.22 LR matricola 6790 completa di due caricatori senza cartucce e, avvolto in un pezzo di stoffa, un fucile cal.22, senza marca, con matricola 13570. La pistola risultava provento di un furto avvenuto nel febbraio del 2013 in provincia di Ferrara, mentre il fucile risultava clandestino in quanto non censito in banca dati.  Proseguendo la perquisizione  i Carabinieri nella credenza del soggiorno hanno  1.3 grammi di marijuana e  8,5 di hascisc, nonché una borsa contenente una ventina di coltelli e una penna  Montblanc. Sequestrati anche una tromba e un trapano elettrico ritenuti di provenienza furtiva. La perquisizione veniva quindi estesa al garage dove i carabinieri hanno sequestrato altri utensili da lavoro tra cui un seghetto alternativo, un caricabatteria inverter, un trapano avvitatore a batteria completo di valigetta, una levigatrice orbitale, una pistola pneumatica svita bulloni, un mini compressore elettrico, una cassetta contenente vari attrezzi (lime, chiavi, raspa, estrattore, cacciaviti), una mola elettrica ed un quadro elettrico.
Non è tutto. Nell’abitazione secondaria di Toano  i Carabinieri hanno scoperto tre carabine ad aria compressa per le quali il detentore non ha fornito alcuna giustificazione: anche queste armi erano sconosciute alla banca dati. 
 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *