In manette rumeno ricercato: era in hotel a Sant’Ilario. Denunciato l’albergatore che ha fatto il furbo

2/4/2015 –  Era ricercato in tutta Italia ed è stato arrestato nel reggiano dai carabinieri della Stazione di Sant’Ilario d’Enza, che lo hanno catturato in una struttura alberghiera della cittadina. 
 Sono finite in una camera dall’albergo le ricerche di un rumeno di 30 anni residente a Desenzano del Garda e che deve scontare una comdanna per furto.  
Grossi guai in vista anche per  l’albergatore: non ha provveduto a comunicare il nominativo degli alloggiati nella sua struttura in violazione  della normativa antiterrorismo in vigore dagli anni 70. 
L’attività condotta dai Carabinieri di Sant’Ilario d’Enza rientra in una più ampia cornice del controllo del territorio anche attraverso il sistematico controllo degli alloggiati nelle strutture alberghiere del paese per verificare con discrezione la “qualità” di persone di passaggio.
In questo contesto i Carabinieri hanno accertato in una struttura ricettiva locale la mancata registrazione dei clienti e di conseguenza la mancata comunicazione all’Autorità di P.S. entro le 24 ore. 
 Tra gli alloggiati i Carabinieri hanno accertato la presenza di un rumeno che alla banca dati è risultato essere ricercato in tutt’Italia. Dall  camera dell’albergo alla caserma dei carabinieri di Sant’Ilaro d’Enza il passo è stato breve: i militari hanno arrestato il rumeno per poi condurlo in carcere. A carico dell’uomo infatti pendeva ordine di carcerazione emesso dall’ufficio Esecuzioni Penali della Procura di Vicenza il 23 febbraio scorso, relativo a una condanna a  8 mesi di reclusione per un furto commesso nel 2013 ai danni di un negozio di Montecchio Maggiore. Il titolare dell’albergo, uomo di  40 anni, è stato denunciato. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *