Salvatore Borsellino ai giovani di Scandiano: “Attenti, mafia e Stato spesso si interscambiano”

27/3/2015 – Una sala “Bruno Casini” affollata ha accolto  Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, il magistrato ucciso in Via D’Amelio ormai 23 anni fa. Salvatore Borsellino è stato protagonista di “Fino all’ultimo giorno della mia vita”, una conferenza – spettacolo che ha fortemente coinvolto i presenti sui temi delle mafie e della legalità. In platea anche il Sindaco Alessio Mammi, altri componenti della Giunta, ma soprattutto tanti cittadini interessati alle parole di Borsellino. “E’ difficile a volte distinguere cosa è Stato e cosa è Mafia, spesso le due cose si interscambiano – ha spiegato Borsellino ai presenti, tra i quali molti giovani -. Proprio voi ragazzi siete la mia speranza. La Mafia con il tempo ha cambiato aspetto, ora non uccide più con le grandi stragi, ma è penetrata nel mondo dell’economia e della finanza ed è molto difficile distinguerla. Bisogna stare attenti. Noi siamo una generazione colpevole, diciamo sempre ai giovani che il futuro è loro. Ma quale futuro e quale mondo gli lasciamo? Noi non abbiamo nulla da insegnare, forse possiamo solo raccontare quali sono stati i nostri errori. Io faccio così quando incontro i giovani, parlo dei miei errori. Mi chiedo a cosa è servito tutto questo, se ancora oggi c’è chi dice che nel nord non c’è la mafia?”
Ed ha aggiunto: “Vi prego giovani, non commettete l’errore di andare via. Anche l’ndrangheta e la mafia hanno fatto così: sono andate via e hanno colonizzato altri paesi. Quindi scappare non serve a niente. Ragazzi, questo è il vostro paese e dovete riprendervelo! Dobbiamo pensare che se ognuno di noi fa qualcosa in questo disgraziato paese non ci sarebbe bisogno di eroi”.
“Si è trattato di una serata importante e significativa – ha detto Alberto Pighini – Borsellino ci ha ricordato come la Resistenza di oggi sia quella contro le mafie, in ogni loro forma. Una resistenza che deve essere attenta, perchè queste forme sono più subdole e nascoste del passato. Mi fa davvero piacere la forte presenza di giovani a questi incontri, perchè una presa di coscienza da parte loro sui temi proposti è un passo fondamentale per un cambiamento”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *