Rating di Legalità: a Reggio il punteggio più alto alla cooperativa L’Ovile

 
12/2015 – Sono cinque, ad oggi, le aziende reggiane ad aver ottenuto il riconoscimento del Rating di Legalità dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
Tre di queste sono imprese aderenti a Confcooperative, ed è proprio da quella che sino ad oggi ha ottenuto il più alto punteggio (2 stelle+), la cooperativa sociale L’Ovile, che è nato l’incontro di formazione/informazione su “Trasparenza e legalità nelle imprese” che si è tenuto nella serata di mercoledì con la partecipazione di Paolo Bertaccini Bonoli (partner Trasparncy International e Associazione Ambrosoli di Milano) ed Enrico Bini, Sindaco di Castelnovo ne’ Monti, Presidente Unione Comuni Appennino Reggiano e consigliere provinciale con delega alla Legalità e Lavoro.
“Un appuntamento – sottolinea Valerio Maramotti, presidente de L’Ovile – nato a seguito dell’indagine “Aemilia”, che ha evidenziato la consistenza delle infiltrazioni mafiose nel nostro territorio, e principalmente finalizzato a fornire indicazioni utili alle imprese per evitare qualsiasi forma di contaminazione con pratiche illegali e fenomeni di criminalità organizzata vera e propria”.
Molte, al proposito, le indicazioni venute da Bertaccini e Bini, anche in relazione ai settori tradizionalmente più esposti ai fenomeni mafiosi (dall’edilizia ai trasporti) all’inquinamento di gare e appalti già minati dalle pratiche al massimo ribasso e al diffondersi della pratica dell’usura alla quale la crisi economica in atto ha esposto in modo crescente le piccole e medie imprese.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *