Quella Folia di Spagna che piaceva a Vivaldi e Bach. Lectio di Giovanni Bietti alla Far-Studium Regiense

4/3/2015 – Domani giovedì 5 marzo alla  Far-Studium Regiense l’ultima, attesa “lezione di musica” di Giovanni Bietti, noto condutore  della omonima trasmissione su RadioTre e, fra l’altro, autore delle seguitissime iniziative di divulgazione al Parco della Musica di Roma. 
L’appuntamento nell’amvito ciclo “Follia e Folia in musica” è come sempre alle 18 precise nell’Oratorio della Trinità, sede della Far, in via San Filippo 14 a Reggio Emilia.
Il tema è “La Folia di Spagna”. L’ iniziativa è dell’ Associazione Amici del Quartetto Guido AS.Borciani, in collaborazione con FAR Studium Regiense.
  La Folia appare nella letteratura spagnola e portoghese verso la fine del XV secolo e, nel giro di un centinaio di anni, fa il giro d’Europa; è allo stesso segno una danza caratteristica in tempo mosso e uno schema armonico fisso, sul quale i musicisti scrivevano o improvvisavano variazioni. Frescobaldi, Corelli, Vivaldi, Geminiani, Handel, Bach, e poi Liszt e Rachmaninov sono solo alcuni dei compositori che hanno scritto Variazioni sulla Folia.
 
 GIOVANNI BIETTI 
Compositore, pianista e musicologo, Giovanni Bietto è considerato uno dei migliori divulgatori musicali italiani. Tiene regolarmente conferenze e concerti-conferenze  presso molti dei più prestigiosi enti italiani (Teatro alla Scala, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Teatro La Fenice di Venezia, Festival Mito-Settembre Musica di Torino e Milano, Sferisterio di Macerata, Orchestra da Camera di Mantova, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra Sinfonica Siciliana, Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro Regio di Parma, Festival di Ravello, Politecnico di Torino, Teatro delle Muse di Ancona, Teatro Valli di Reggio Emilia, MittelFest di Cividale). E’ regolarmente ospite di Rai-Radiotre dove conduce una seguitissima serie di trasmissioni specificamente dedicate alla divulgazione musicale, intitolata “Lezioni di Musica”, ed è curatore dell’omonima grande iniziativa di divulgazione musicale che attira migliaia di persone negli spazi dell’Auditorium-Parco della Musica di Roma.
Nel 2012 è uscito il suo libro, dal taglio divulgativo, intitolato “Ascoltare la Musica Classica: la Sinfonia in Haydn, Mozart, Beethoven”; nel 2013 il suo saggio beethoveniano, “Ascoltare Beethoven”, presso Laterza.
 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *