Pagliani torna in Consiglio provinciale: si parla subito dell’ospedale S. Anna e del Global Service

5/3/2015 – Torna a riunirsi oggi pomeriggio,  giovedì 5 marzo, il Consiglio provinciale di Reggio Emilia. Una seduta caratterizzata dal rientro di Giuseppe  Pagliani, capogruppo di Terre reggiane-Forza Italia, dopo il reintegro delle assemblee elettive seguito alla sentenza di annullamento del suo arresto, dopo 22 giorni di ingiusta detenzione, ell’ambito dell’inchiesta Aemilia.  
Fra l’altro, nella seduta saranno trattati anche due argomenti sollevati da Pagliani: la vicenda dell’appalto Global Service della Provincia (questione che porta direttamente in causa l’ex presidente Sonia Masini) e la sorte dell’ospedale Sant’Anna di Castelnovo Monti, dopo le notizie sulla ventilata chiusura della neonatologia. 
All’ordine del giorno della seduta, convocata dal presidente della Provincia Giammaria Manghi per le 14.30, anche l’approvazione delle misure specifiche di conservazione (Msc) del sito Natura 2000 Colli di Quattro Castella e  la proroga per tutto il 2015 della convenzione tra  Provincia e Comune di Reggio Emilia, Ufficio scolastico regionale, Azienda Usl e associazione Darvoce per la gestione del Centro servizi per l’integrazione delle persone disabili.
Sul Global Service, è noto, Pagliani si batte da anni chiedendo di diradare le nebbie sul mega appalto da 14 milioni assegnato alla cordata Gesta-Manutencoop, unica rimasta in gara dopo il ritiro degli altri concorrenti che denunciarono presunte irregolarità nelle fasi preliminari. Della cordata vincitrice faceva parte il consorzio Koinos collegato alla Cna provinciale, di cui il marito dell’ex presidente della Provincia Sonia Masini è direttore generale. Masini ha querelato Pagliani (procedimento finito nel nulla) ma non ha mai risposto in consiglio alle domande su quell’appalto. Esiste sul Global Sèrvice una inchiesta della Procura della Repubblica di Reggio Emilia, che però non si sa che fine abbia fatto, mentre la Dda di Bologna è arrivata a contestare a Pagliani la sua opposizione politica a Sonia Masini (che lo aveva querelato). La situazione, insomma è complicata, e si presta a qualche considerazione preoccupatw,  tenuto conto che l’ex presidente ha ottenuto dal governatore Bonaccini un incarico regionale sui temi della legalità. 
Fra l’altro oggi, come scrive Prima Pagina Reggio, il Koinos è in difficoltà tanto da aver provocato un casus belli all’interno di Cna Provinciale, col vicepresidente Paolo Talami ha dovuto citare in giudizio il consorzio per ottenere il pagamento di prestazioni per non meno di 400 mila euro.

L’INTERPELLANZA SULL’OSPEDALE SANT’ANNA

Al Presidente della Provincia di Reggio Emilia Dott. Manghi

Interpellanza a risposta orale

Premesso che:
per l’Ospedale S.Anna di Castelnovo ne Monti (RE) vi è nella popolazione una forte volontà di salvaguardare i reparti specialistici che garantirebbero, se ulteriormente potenziati, un indispensabili servizio per un bacino di utenza ben più ampio rispetto ai soli abitanti castelnovesi

Dato che:
da notizie di stampa il 17 novembre scorso è emerso il rischio di chiusura del reparto di neonatologia dell’Ospedale S.Anna insieme ad altri cinque reparti omologhi in altri ospedali della regione Emilia Romagna.
 
Considerato infatti  che:
Castelnovo ne Monti (RE) è capoluogo del distretto reggiano della montagna con i suoi 10.480 abitanti rappresenta il comune più popoloso dell’appennino reggiano, considerato che fanno capo al distretto dell’ospedale S.Anna anche gli abitanti dei comuni di tutto la montagna reggiana, circa 35.000 abitanti

 Considerato inoltre che: sono concentrate in questa area della provincia reggiana anche industrie manifatturiere a tante aziende del comparto agricolo di produzione del parmigiano reggiano

 Richiamato che:  vi sono lavoratori che da altre parti della provincia si spostano quotidianamente dal comprensorio montano e verso lo stesso aumentando così il numero dei potenziali  utenti di competenza del nosocomio castelnovese S.Anna.

 SI INTERPELLA IL SIG. PRESIDENTE DELLA PROVINCIA MANGHI

Al fine di sapere:

•  quali iniziative sono state intraprese o sono in corso per il potenziamento dell’Ospedale S.Anna di Castelnovo ne Monti (RE);

 •  l’entità degli importi destinati alla specializzazione delle discipline chirurgiche S.Anna de Castelnovo ne Monti (RE), considerato il fatto   che sono stati annunciati  in passato dall’ASL cospicui finanziamenti destinati al nosocomio montano reggiano

 • quale sarà l’organizzazione futura delle discipline specialistiche operanti presso l’Ospedale S.Anna di Castelnovo ne Monti (RE) dopo il tanto auspicato potenziamento dei servizi tanto attesi dalla popolazione della zona.
(Giuseppe Pagliani, capogruppo Terre Reggiane) 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *