Mediopadana boom: nuovi parcheggi (a pagamento), raddoppio dei bus e sorveglianza notturna. Superati i duemila viaggiatori/giorno

19/3/2015 – Con il boom peraltro prevedibile della stazione Mediopadana, che ha già superato i duemila viaggiatori-giorno, e in vista  dell’Expo (17 supertrenida e per Reggio con fermata alla stazione di Rho)  il Comune di Reggio corre ai ripari, aumentando i parcheggi i collegamenti con la città.
Inoltre  prende provvedimenti per la sicurezza: i parcheggi saranno sorvegliati anche di notte e diventeranno a pagamento ma – ha precisato il sindaco Luca Vecchi – solo dall’autunno, una volta conclusa l’Expo 2015.
Con la realizzazione di 220 stalli,  entro la primavera la dotazione della Mediopadana salirà a 820 posti auto. Raddoppiano i bus con la nuova fermata della linea urbana 9, che si aggiunge alla linea bus 5. Inoltre per la 9 viene istituito il capolinea nell’area antistante la stazione, quindi con un tempo di sosta più lungo rispetto a quello di una fermata ordinari, e conseguente migliore fruibilità da parte dei viaggiatori in arrivo alla Mediopadana.
Queste nuove opportunità si aggiungono ai collegamenti della ferrovia metropolitana di superficie Reggio Emilia-Guastalla, al bus delle linee extraurbane e ai servizi Taxi e Ncc. 
 
Le nuove azioni sono state presentate dal sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi Mirko Tutino, presente unico dell’Agenzia per la Mobilità Michele Vernaci.
Riguardo ai 220 nuovi posti auto, Tutino ha annunciato che “i lavori inizieranno la settimana prossima con il primo lotto e la loro conclusione è prevista in maggio. I lavori sono suddivisi in tre lotti, per interferire il meno possibile con l’utenza del parcheggio”. Sulla sosta a pagamento, “la sua introduzione sarà in relazione a una dotazione di sistemi di sicurezza con telecamere e sbarre agli accessi, che con il potenziamento dell’illuminazione pubblica genererà un contesto appunto più sicuro soprattutto nelle ore notturne. Nel frattempo si introdurrà una sorveglianza notturna del parcheggio”.
 Sono state individuate risorse per garantire il servizio di vigilanza notturna dalle prossime settimane e fino a fine anno, quando saranno realizzati il nuovo sistema di videosorveglianza e realizzate strutture di protezione dell’area di sosta.
Il Comune di Reggio Emilia avvia inoltre interventi di potenziamento dell’illuminazione esistente, azioni di pulizia straordinaria e cura delle aree verdi prospicienti la stazione e il parcheggio.
Entro maggio, inoltre, le Ferrovie consegneranno due nuovi ascensori e due scale mobili, e sarà aperta una edicola-tabacchi. 
 
BUS 9 
Alla linea urbana 5 – che serve la stazione Av Mediopadana fin dalla sua attivazione, collegandola con la stazione ferroviaria centrale di piazzale Marconi, il centro storico e i quartieri a Sud di Reggio Emilia fino al quartiere Peep di Villa Rivalta, oltre che con il quartiere di Reggio Emilia Fiere (75 corse nei giorni feriali e 55 nei giorni festivi) – si aggiunge ora un nuovo servizio bus, quello della linea 9, che a sua volta collega la stazione Av Mediopadana con il Centro storico (fermata d’interscambio Zucchi) e la stazione ferroviaria centrale, attraversando la città fino a Villa Fogliano con 88 corse nei giorni feriali e 56 nei festivi.
 
LINEE FERROVIARIE ED EXTRAURBANE 
Queste nuove dotazioni di mobilità si aggiungono, per quanto riguarda i collegamenti con mezzi pubblici, alle 34 corse della linea ferroviaria Guastalla-Reggio Emilia con fermate urbane allo stadio Città del Tricolore, in stazione centrale e al Campus San Lazzaro, dotata di una fermata dedicata all’altezza della stessa stazione Av Mediopadana, e alle linee bus extraurbane Reggio Emilia-Bagnolo-Correggio-Carpi e Reggio Emilia-Bagnolo-Campagnola- Fabbrico-Rolo.
 
COLLEGAMENTI TAXI E NCC 
E’ stata definita inoltre una tariffa forfettaria di 10 euro per i collegamenti in Taxi dalla stazione Av Mediopadana al centro storico di Reggio Emilia-stazione centrale di piazzale Marconi. E saranno definite prossimamente altre tariffe forfettarie per le zone limitrofe urbane ed extraurbane, con destinazione alberghi e altri punti di interesse. A cura dell’Agenzia per la Mobilità, inoltre, da venerdì 13 marzo è online il bando per l’assegnazione di 45 integrazioni alle autorizzazioni Ncc per il solo servizio dedicato alla stazione Mediopadana.
 
ARRIVANO I TOTEM
 Sono in fase di progettazione alcuni totem informativi, che serviranno a individuare meglio, con una buona visibilità anche da lontano, le aree di sosta di Bus, Taxi e Ncc.
 
DA REGGIO EMILIA A MILANO-RHO 
Riguardo ai treni con fermata presso Expo Milano 2015, si segnala infine che con l’attivazione della fermata “Rho-Fiera Milano”, a pochi metri dall’ingresso sud-ovest della Fiera milanese, sarà ancora più agevole raggiungere Reggio Emilia dalla sede dell’Expo e viceversa. In particolare sulla tratta da/per Reggio Emilia Av Mediopadana e Rho-Fiera Milano saranno attivi nel periodo dell’Esposizione Universale 17 convogli, distribuiti nei vari orari della giornata.

IL SINDACO VECCHI 
“Con queste azioni potenziamo in maniera strutturale i servizi per coloro che utilizzano la stazione Mediopadana e nello stesso tempo risolviamo alcune criticità emerse in tempi recenti”, ha detto il sindaco Vecchi. Ik riferimento è ai problemi di sicurezza, con l’ondata di furti nel parcheggio incostudito.
“Certamente abbiamo una particolare sensibilità verso Expo Milano 2015, rispetto alla quale la stazione Mediopadana di Reggio Emilia si pone come una delle più importanti ‘porte di accesso’ ma, tengo a sottolineare, si tratta di interventi di valorizzazione della stazione necessari non solo per i sei mesi dell’Expo, bensì destinati a migliorare strutturalmente e stabilmente la fruibilità dello scalo negli anni a venire.
“Diamo in sostanza un’accelerazione nella dotazione di servizi – ha proseguito il sindaco – che va di pari passo con il notevole incremento dell’uso della stazione: in un anno e mezzo, la Mediopadana ha raggiunto, si stima, la soglia dei circa 2.000 utenti in media al giorno, con un balzo che era previsto nell’arco di 4-5 anni, con il conseguente sostanziale raddoppio dell’offerta di collegamenti ferroviari. Si era partiti con 400 posti auto, e c’era chi diceva che le risorse per realizzarli erano soldi buttati al vento. Ebbene oggi, con questo ulteriore incremento del 30% di stalli per la sosta, raggiungiamo i 820 posti auto”.
Il sindaco ha poi sottolineato che una tariffazione della sosta verrà introdotta solo dopo la conclusione dell’Esposizione Universale e ha aggiunto che “è nostro obiettivo migliorare ulteriormente la vivibilità della stazione facendone, già dalla prossima estate, un luogo attrattore di eventi, affinché sia non solo luogo di passaggio, ma anche di incontro, relazione, un luogo della comunità”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *