Maurizio Brevini nuovo presidente del Club Meccatronica. Un distretto da sei miliardi di fatturato

10/3/2016 – Maurizio Brevini, 59 anni, ingegnere, Vicepresidente di Brevini Fluid Power  è il nuovo presidente del Club Meccatronica di Unindustria: è stato eletto nel corso dell’assemblea del club, ieri al Tecnopolo ex Reggiane. L’imprenditore che resterà in carica due anni, succede a Giannicola Albarelli, titolare di Reggiana Riduttori.
L’Assemblea ha anche rinnovato il Consiglio, che risulta ora composto da  Luca Bergonzini (Bucher Hydraulics), Dario Catanese (Emak), Daniele Ceccarini (Landi Renzo), Paolo Codeluppi (Comer Industries), Claudio Galli (Lombardini), Luca Gorreri (Gorreri), Matteo Guerra (Argo Tractors), Roberto Guidi (Elettric 80), Gino Mainardi (C.O.B.O.), Claudio Ognibene (Ognibene Power), Simone Paterlini (Zivan-Gruppo ZAPI), Giuseppe Reggiani (Clevertech), Alberto Rocchi (Walvoil) e Rolando Vezzani (Corghi).
Nella sua relazione Brevini ha tracciato i fondamenti del prossimo mandato: “Ci muoveremo seguendo le linee guida che hanno ispirato il Club in questi oltre 10 anni di vita. Il Club, attualmente è composto da 94 soci e vuole essere un luogo di confronto, tra imprenditori e tecnici, finalizzato non solo all’informazione e allo scambio d’esperienze, ma anche alla promozione di progetti di ricerca, condivisi con l’Università e Reggio Emilia Innovazione.
Reggio Emilia è oggi uno dei territori nei quali è stato maggiormente sviluppato il nuovo orizzonte meccatronico. Il Distretto reggiano della meccatronica è composto da almeno 300 imprese, operanti in 6 comparti, con un fatturato di 6 miliardi di euro e 28 mila occupati.
Si va dalla meccanica agricola, alle macchine strumentali, ai robot, alle attrezzature per le autofficine, ai sistemi per la mobilità sostenibile ed intelligente, agli elettrodomestici, fino ad arrivare al grande settore dei componenti per macchine mobili ed industriali che vede nell’oleodinamica e nella trasmissione di potenza, due leadership a livello mondiale”.

Dopo i saluti del neo-presidente, sono intervenuti Aimone Storchi, Presidente di Reggio Emilia Innovazione e i ricercatori InterMech Mo.Re:  Cesare Fantuzzi, docente di Controlli Automatici, Leonardo Orazi, docente di Tecnologia Meccanica e Sistemi di Lavorazione e Alessandro Bertacchini, docente di Elettronica.

CLUB MECCATRONICA
Promosso da Unindustria Reggio Emilia, Il Club Meccatronica conta oggi 94 soci ed è una realtà che non ha precedenti in Italia, volta ad aggregare tutti quei soggetti – imprenditori, manager, tecnici, docecenti universitari, liberi professionisti – interessati a vario titolo ad approfondire le tematiche legate ai diversi ambiti della “meccatronica”. Costituito nel 2003, ha l’obiettivo di fungere da punto d’incontro per lo scambio di informazioni ed esperienze tra gli aderenti, anche promuovendo specifiche iniziative. Si propone inoltre di rafforzare i circuiti di scambio tra impresa ed Università, come, parallelamente, di promuovere collaborazioni tra i soci aderenti ai fini di un approccio sinergico al mercato. Infine, come sintesi di una serie di attività, il Club intende diffondere, nei diversi ambiti, la cultura tecnica e le soluzioni di tecnologia meccatronica. Rappresenta gli interessi dei soci e promuove a livello nazionale e internazionale la competenze delle aziende meccatroniche reggiane.

MAURIZIO BREVINI
 
Maurizio Brevini ha 59 anni, è sposato e padre di due figlie. Ingegnere, fa parte della Giunta di Unindustria Reggio Emilia e ha una lunga esperienza in ambito associativo. Ricopre il ruolo di Vicepresidente di Brevini Fluid Power, azienda oleodinamica nata dalle esperienze di Aron, Hydr-App, SAM Hydraulik, Oleodinamica Reggiana, VPS Brevini, Brevini Hydraulics.
Brevini Fluid Power si posiziona tra i più importanti produttori di componenti idraulici in Italia e in Europa. La sede è a Reggio Emilia con filiali dirette in Italia, Francia, Inghilterra, Olanda, Germania, Romania, Cina, India, Singapore e USA. Una rete capillare di distributori assicura la presenza a livello globale su sette diverse linee di prodotto.
Brevini Fluid Power è un’azienda a capitale italiano, controllata da Brevini Group di Reggio Emilia (famiglia Brevini), attiva a livello mondiale nel settore della trasmissione di potenza (Brevini Power Transmission) e nelle energie rinnovabili (Brevini Wind).
A Brevini Group fanno riferimento 2.500 addetti in 13 stabilimenti in Italia, Germania, Cina e USA. Il fatturato consolidato 2013 si attesta a 430 milioni di euro in aumento del 22% sul 2010. Il 35% del fatturato viene realizzato in Italia, il 37% nel resto d’Europa, il 20% in Asia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *