Inchiesta Aemilia: Giuseppe Iaquinta libero dopo più di due mesi di carcere. Il Gip: con la ‘ndrangheta non c’entra

28/3/2015 – Inchiesta Aemilia, è tornato in libertà anche l’imprenditore di origini cutresi Giuseppe Iaquinta, padre del calciatore Vincenzo. A ordinarne la scarcerazione dopo oltre due mesi di cella è stato il Gip di Bologna Alberto Ziroldi, lo stesso giudice che aveva accolto le richieste del pm Mescolini e disponendo la custodia cautelare per Iaquinta. 
Perchè questo cambimento? A determinare il nuovo orientamento del Gip sarebbe stato un elemento di cui non si era tenuto conto in precedenza, vale a dire un esposto- autodenuncia di Iaquinta presentato tempo fa attraverso l’avvocato Carlo Taormina, all’indomani dell’esclusione dalla white list per gli appalti del post-terremoto. Nell’autodenuncia indirizzata alla Dda di Bologna, Iaquinta riferiva di essere vittima di abusi, e chiedeva una indagine sul proprio conto in modo che fosse dimostrata l’insussistenza di suoi legami  con la ndrangheta. 
Secondo il Gip di Bologna all’epoca Iaquinta non poteva sapere che era già in corso un’indagine su di lui, e comunque quell’autodenuncia valeva di per sè come un presa di distanza dal sodalizio mafioso. 

Nuovi guai invece per Nicolino Sarcone, il costruttore ritenuto esponente di spicco del clan Grande Aracri nel reggiano. 
La Corte d’Appello di Bologna, nel secondo grado del processo Edilpiovra, ha aumentato la pena per Nicolino Sarcone a dieci anni di carcere, rispetto agli otto anni e otto mesi inflitti dal Tribunale di Reggio Emilia con la sentenza del gennaio 2013.  Condanna che riguarda fatti del 2002-2003 (estorsioni e giro di fatture false) sempre nell’ambito dell’associazione mafiosa riferibike al clan Grande Aracri. Attualmente Sarcone è al 41 bis (carcere duro) nell’ambito dell’inchiesta Aemilia.  

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Rispondi

    29/03/2015 alle 15:11

    Iaquinta Libero, il figlio punta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *