In poche ore 45 millimetri di pioggia. Abbassato l’alveo del canale Reggiano per scongiurare inondazione

27/3/2015 – Nella giornata di mercoledì nel territorio montano e pedemontano sono caduti in poche ore 45 millimetri di pioggia, che, causa anche la saturazione del terreno, hanno causato un’ondata eccezionale di piena dei Torrenti e dei Rii collinari. lo comunica il consorzi di Bonifica dell’Emilia centrale, che spiega anche le manovre messe in atto per scongiurare una vasta inondazione.
Per contro le piogge in pianura sono state mediamente meno intense, circa 20 millimetri e tali da non causare uno stato di piena eccezionale dei canali consortili.
“Le situazioni di maggior allarme si sono registrate, per quanto riguarda la rete in gestione al Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, nella zona a sud est di Reggio Emilia. In particolare, all’intersezione tra il Rio Acque Chiare ed il Canale Reggiano di Secchia nella zona di Due Maestà – spiega la direzione tecnica del Consorzio – i livelli eccezionalmente alti del Rio ne hanno causato lo sfioro delle acque all’interno del canale, che è stato pertanto investito da una piena piuttosto importante, alleggerendo allo stesso tempo lo stato di eccezionale piena del Rio Acque Chiare. 
Il Consorzio ha eseguito le manovre idrauliche necessarie a garantire lo scarico del canale Reggiano di Secchio entro il Torrente Crostolo, anche con il supporto di Iren, ed è intervenuto con un proprio escavatore per abbassare l’alveo del canale e facilitare il deflusso delle acque.
 Per effetto di queste manovre il canale non ha fatto registrare tracimazioni, anche se alcuni condomini di Via Davoli sono stati allagati nelle parti più basse per cause indipendenti dalla corretta regimazione delle acque”. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *