Pagliani scagionato: Il Riesame ha completamente smontato le accuse. Detenzione ingiusta

LEGGI ANCHE: PERCHE’ PAGLIANI NON DOVEVA ESSERE ARRESTATO. IL TESTO DELLE MOTIVAZIONI DEL RIESAME 

23/3/2015 – Oggi il Tribunale della Libertà di Bologna ha reso note le motivazioni che hanno portato alla liberazione, avvenuta il 19 febbraio dopo 22 giorni di carcere, dell’avvocato Giuseppe Pagliani, capogruppo di Forza Italia in comune a Reggio (e in Provincia del gruppo Terre Reggiane) nell’ambito dell’inchiesta AEMILIA.

Il Tribunale della Libertà di Bologna ha di fatto smontato
interamente le accuse mosse nei confronti di Pagliani, affermando l’inesistenza dei gravi indizi di colpevolezza e, soprattutto,  che le “condotte poste in essere non integrano né l’elemento oggettivo, né quello soggettivo della fattispecie delittuosa contestata”. In sostanza, la Dda di Bologna ha proceduto all’arresto per l’ipotesi di reato infamante di concorso esterno in associazione mafiosa, ma
senza alcuna prova degna di questo nome.

pagliani

In primo luogo viene sottolineato come dal maggio 2012 “non
risultano esservi stati contatti diretti tra l’indagato e i membri del sodalizio e pertanto non vi è prova che il primo abbia improntato le  sue reazioni agli interessi dei secondi e della consorteria”.

Non solo. Ancor più rilevante è il riconoscimento da parte del Tribunale della Liberta in merito agli attacchi che Pagliani portava alla ex Presidente della Provincia di Reggio Emilia Sonia Masini e alle “cooperative rosse” evidenziando come, da sempre,  sono stati “uno dei dati caratterizzanti l’azione politica del ricorrente” e che pertanto gli interventi dell’autunno 2012 (ovverosia quelli su cui il PM ha fondato il proprio teorema) sono stati “un’ulteriore estrinsecazione di tale linea politica” e non hanno avuto lo scopo di agevolare e di consolidare l’associazione. In sostanza il riesame ha riconosciuto la legittimità dell’operato di Pagliani nell’ambito della propria attività politica.

pagliani eletto

In definitiva, il Tribunale della Libertà – si legge in una nota diffusa dallo studio legale di Arceto –pagliani grassi“ha liberato l’avvocato  Giuseppe Pagliani  non soltanto in ragione della inesistenza delle esigenze cautelari, ma si è spinto oltre ed ha, in modo
pieno, integralmente demolito l’impianto accusatorio nei confronti dello stesso esponente del PDL”.

Pertanto “non esisteva  alcun presupposto che giustificasse l’avvenuto ingiusto arresto, mancando qualsivoglia elemento atto a sostenere le accuse mosse all’avv. Pagliani, il quale ha dovuto subire non solo un’ingiusta detenzione, ma altresì una gogna mediatica priva di fondamento e di giustificazione”.

Viene da chiedersi come potrà essere risarcito un danno morale
di queste proporzioni, oltre che materiale e professionale nei confronti dell’ avvocato ingiustamente arrestato e dei suoi famigliari.

(p.l.g.)

ELENA DIACCI: “GRANDE GIOIA, ERO CERTA DELLA SUA INNOCENZA”

“24/3/2015 – Con grande gioia e al di fuori di ogni dubbio , le motivazioni del Tribunale della Libertà di Bologna hanno interamente smontato l’impianto accusatorio nei confronti del nostro Capogruppo in consiglio comunale e provinciale Giuseppe Pagliani , affermando l’inesistenza dei gravi indizi di colpevolezza che il 28 gennaio scorso lo hanno portato all’ingiusto arresto.

Già la  scarcerazione aveva alleggerito  di fatto le accuse mosse, ieri le motivazione del Tribunale del Riesame  hanno interamente ristabilito l’onore del nostro esponente di Forza Italia , demolendo integralmente l’impianto accusatorio .

Le accuse rivolte da parte di alcuni esponenti politici prive di ogni fondamento verso il nostro Capogruppo rimangono a tutt’oggi di una gravità inaudita, senza sapere quali addebiti gli venivano mossi si sono lanciati in giudizi temerari morali e di un basso spessore politico.

Da sempre vicina a Giuseppe Pagliani io stessa avevo espresso fin da subito il mio sostegno politico, non vi erano dubbi della completa estraneità ai fatti che lo hanno portato all’ingiusto arresto il 28 gennaio scorso.

Ancora oggi rinnovo il mio sostegno personale e politico a Giuseppe Pagliani, che da sempre ha dimostrato grande impegno sul nostro territorio .

Il nostro partito a Reggio Emilia ha tutt’oggi persone valide che si dedicano alla politica , Forza Italia continuerà  a lavorare sul territorio”.
 ​Elena Diacci, capogruppo Forza Italia Scandiano

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Rispondi

    23/03/2015 alle 19:59

    Cose piu’ grandi di noi, mi vien da dire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *