Il pasticcio dell’Antica Corte dei Gonzaga: aumentano le spese legali del comune di Novellara

di Mauro Melli*

29/3/2015 – Nel 2014 si sono spesi 56.000 euro in consulenze legali (sito web “soldi pubblici”), ma anche quest’anno non sarà da meno.
Il primo impegno di spesa per la procedura arbitrale con l’Antica Corte dei Gonzaga è di 11.000 euro, ma prevedo che non finirà quì.
Doveva essere il fiore all’occhiello della giunta Daoli (come si legge nel comunicato del comune in allegato fatto nel 2010) ma si è trasformato in un boomerang a danno delle casse comunali.
Il tutto iniziò nel 2007, la ditta Antica Corte dei Gonzaga di Reggio Emilia chiede al sindaco Daoli di utilizzare gratuitamente Il piano interrato della Rocca dei Gonzaga per intraprendere attività commerciali in cambio della ristrutturazione di questi locali.
Il progetto prevede la cessione del Comune in favore di Antica Corte dei locali della Rocca da destinarsi a bar-caffè, un ristorante, una sala conferenze, un internet point e alcune camere d’albergo, come da progetti presentati.
La convenzione stabiliva che “il Comune si impegna a non recedere in caso di inadempienza della Antica Corte dei Gonzaga…” e “non sono previste penali per il recesso”.
Per i lavori di predisposizione dei locali in Rocca è stato concesso un contributo al Comune di Novellara di 425.000 euro già finanziato dalla Regione, inoltre il Comune si impegnò a partecipare ai lavori con 250.000 euro mentre Antica Corte avrebbe dovuto realizzare lavori per 1.096.000 euro.
Antica Corte poi proseguì presentando il progetto della riqualificazione della Rocca e partecipanto ad un bando provinciale per l’assegnazione di contributi alle attività commerciali. Novellara si aggiudicò 200.000 euro  dalla provincia! 
Purtroppo la crisi ha fatto desistere la ditta ed ormai la questione sta seguendo le vie legali…. ma la sindaca Carletti in quel periodo era assessore!
 
(*consigliere Lega Nord Novellara)
 
 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *