Fare e sostenere start up. Assemblea dei Giovani Unindustria col presidente nazionale Marco Gay

 3/3/2015 – “Un giovane futuro d’impresa”: è questo il titolo dell’assemblea generale congiunta del Gruppo Giovani e del Gruppo Terziario di Unindustria Reggio Emilia domani Valli,  mercoledì 4 marzo, alle ore 17 alla Sala degli Specchi del Teatro 
 
Per la prima volta in sede congiunta, il massimo evento pubblico per i due gruppi di Unindustria sarà anche l’occasione per lanciare il nuovo programma dedicato alle startup d’impresa, attraverso le parole dei Presidenti che l’hanno voluto e le testimonianze degli ospiti che conoscono da vicino il mondo delle startup.
 Apertura  dei lavori a cura di Stefania Accorsi, past president  del  Gruppo Giovani e vicepresidente regionale Giovani dell’Industria, seguita dagli interventi di Luigi Orlandini, presidente Gruppo Terziario Unindustria Reggio Emilia e Enrico Giuliani, presidente Gruppo Giovani Unindustria Reggio Emilia.
Sebastiano Zanolli, consulente di direzione del gruppo OTB/Diesel, terrà una relazione e coordinerà la conversazione tra Stefano Marzani, (RE:Lab), Augusto Coppola direttore  Team Accelerazione LUISS ENLABS e Aimone Storchi, Presidente Reggio di  Emilia Innovazione. Conclusioni di Marco Gay, presidente nazionale Giovani Imprenditori Confindustria.
 
“Questi anni di difficoltà economica hanno insegnato al mondo delle imprese la necessità di moltiplicare le risorse, ma soprattutto di ricominciare dalle persone, dalla centralità dell’uomo, che con le sue competenze e la sua capacità di adattamento può essere il vero propulsore dell’innovazione, fattore essenziale per recuperare efficienza e sviluppo – dichiara Enrico Giuliani – Come Giovani Imprenditori ci siamo posti dunque un obiettivo ambizioso: contribuire alla valorizzazione del tessuto economico locale sostenendo la nascita di nuove imprese. Per questo abbiamo ideato un progetto che possa dare un futuro alle giovani imprese e nel contempo nuova vitalità a quelle esistenti, che spesso necessitano di uscire dai propri paradigmi e trovare la freschezza di nuove idee”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *