È morto a 69 anni Alfonso Chiessi, una vita per la cooperazione cattolica e la politica

15/3/2015 – Alfonso Chiessi,  vicepresidente di Acer Reggio Emilia, una vita dedicata alla cooperazione e alla politica (fu consigliere comunale della Dc a Correggio dal 1975 al 1980) è morto questa notte: aveva 69 anni.  
I funerali si svolgeranno domani, lunedì 16 marzo, alle ore 14.30 presso la Chiesa di San Pietro nel Quartiere Espansione Sud di Correggio.
Il feretro sarà esposto oggi pomeriggio, domenica 15 marzo, nell’abitazione di Fazzano di Correggio, in via Cattini 8. 
Questa sera alle 20.30 sarà recitato il Rosario presso la Chiesa di San Pietro nel Quartiere Espansione Sud.
I funerali sono fissati per domani, lunedì 16 marzo, con partenza alle 14.15 dall’abitazione di via Cattini 8 per la Chiesa di San Pietro nel Quartiere Espansione Sud a Correggio dove sarà officiata la funzione religiosa.
 
Alfonso Chiessi era nato a Correggio il 27 luglio 1946. Dopo una lunga esperienza professionale in un’azienda privata, nel 1980 fu tra i fondatori della cooperativa di abitanti Abit-sei
di Correggio. Dal 1980 al 1988 fu coordinatore e promotore di diverse cooperative extra-agricole di Confcooperative e nel 1990 divenne responsabile commerciale di Teckal srl di Reggio Emilia, dove rimase fino al 1998. Rientrato in Abit-sei, andò in pensione nel 2008.
La passione per la politica lo accompagnò per tutta la vita, e
fu impegnato attivamente come consigliere comunale dal 1975 al 1980 nel Comune di Correggio.

Acer, nel dare notizia del lutto ricorda Chiessi come ” punto di riferimento ineguagliabile per il Consiglio di Amministrazione, i dirigenti e i dipendenti.
Il suo cuore grande questa notte si è fermato, ma le tante
attività che Alfonso ha promosso e portato avanti in Azienda con determinazione e senso del dovere proseguiranno come lui avrebbe voluto, nel segno da lui tracciato.  
Di Alfonso – continua la nota dell’stituto reggiano per l’edilizia residenziale –  vogliamo ricordare l’impegno, l’attenzione e la sensibilità verso le persone bisognose alle quali, insieme alla moglie Rita e ai figli, ha dedicato tutta la sua vita nelle molteplici attività di volontariato e di servizio in Parrocchia e sul territorio, rispondendo prontamente ai bisogni della Comunità e diventando punto di riferimento importante per cittadini e amministratori.
 
Grazie alla sua grande esperienza, il servizio di Mediazione Sociale in Acer è passato dall’idea concettuale all’operatività ed è entrato negli alloggi sociali abitati da famiglie in difficoltà di tutta la provincia di Reggio Emilia. 
Un’attività avviata nel 2008 alla quale Alfonso ha dato un forte impulso, lavorando fianco a fianco con gli operatori, nella profonda convinzione che il benessere delle persone
debba essere l’obiettivo primario di un’azienda di Social housing.
 
L’Azienda tutta, nel ricordare il suo vice presidente, si stringe affranta alla moglie Rita, ai figli Monica e Marco ai quali porge le più sentite condoglianze per la perdita del carissimo Alfonso, marito, padre, amministratore e amico esemplare”. 
 
IL CORDOGLIO DELLA PROVINCIA
“Anche la Provincia di Reggio Emilia piange Alfonso Chiessi, il vicepresidente provinciale di Acer scomparso questa notte.
“Ho avuto il privilegio di apprezzare il lavoro e l’impegno di Alfonso in diverse occasioni e nelle molteplici attività – cooperazione, politica, volontariato al servizio dei più bisognosi – nelle quali si è sempre speso con gratuità, passione e competenza e ho avuto modo di ammirare in ogni circostanza la coerenza con i suoi valori di riferimento, il rigore morale e la vicinanza agli ultimi”, dichiara il presidente della Provincia, Giammaria Manghi.
“In Acer, in questi ultimi anni, Alfonso ha svolto un servizio davvero prezioso in particolare attraverso la mediazione sociale: la sua professionalità e la sua sensibilità sono stati fondamentali per garantire politiche abitative attente anche ai più bisognosi, necessità ancora più imprescindibile in un contesto di crisi come quello degli ultimi anni”, aggiunge il presidente Manghi esprimendo il “cordoglio mio personale e della Provincia di Reggio Emilia alla moglie Rita e ai figli”.

ANDREA ROSSI: UN UOMO MOSSO DA DISINTRESSE E ATTENZIONE VERSO I MENO PRIVILEGIATI

“”È con profondo cordoglio che mi unisco al dolore dei familiari e di chi conosceva Alfonso Chiessi, serio e profondo conoscitore della dimensione sociale e politica del nostro territorio. Un impegno, il suo, mosso sempre da passione, disinteresse e attenzione verso le classi meno privilegiate. Ho avuto il piacere di incontrare Alfonso quando ero sindaco di Casalgrande, e ho avuto modo di apprezzarne le qualità umane e professionali. 
Acer perde un amministratore competente e una figura di riferimento, che ha sempre svolto con dedizione il suo ruolo di partner degli enti pubblici sulle politiche abitative”.
( Il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale
Andrea Rossi)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *