Commissario a Cutro: il Pd fa decadere il consiglio. L’ex sindaco Migale accusa: “Ritorsione per il mio impegno antimafia”

8/3/2015 – Mentre a Reggio si é tornati a parlare di legalità in Sala del Tricolore col deputato PD Claudio Fava, giornalista, autore e vicepresidente della Commissione antimafia, a Cutro – in quel versante della marca crotonese legato a doppio filo nel bene nel male a Reggio Emilia – l’operazione Aemilia ha provocato uno sconquasso politico. Nove consiglieri comunali su sedici si sono dimessi pochi giorni fa, facendo cadere il sindaco Salvatore Migale (ex Pci-Pds, oggi Italia dei Valori) e provocando la decadenza del consiglio. Sabato il prefetto di Crotone Vincenzo De Vivo ha nominato il suo vicario, la dottoressa Maria Carolina Ippolito, commissario straordinario a Cutro. Dovrà traghettare il comune più che gemello della terra reggiana (i cutresi in provincia sono più di quindicimila) verso le elezioni anticipate, quasi certamente nel prossimo turno del 17 maggio. 
Circa un anno fa Migale aveva licenziato il Pd dalla maggioranza. Nell’ultima , drammatica seduta del consiglio è arrivato a chiedere scusa per quella scelta, ma evidentemente era troppo tardi. Il meccanismo della decadenza dell’assise, ben pianificato, era già inarrestabile. 
Tuttavia la crisi non sarebbe frutto di una rottura politica come ne avvengono tante. 
A dimettersi nel corso del Consiglio comunale di giorvedì 5 marzo sono stati tre consiglieri del gruppo Rinnovamento: Rosario Mattace, Luigi Arabia e il nuovo entrato Raffaele Villirillo (in carica solo per poche ore, in quanto appena subentrato alla dimissionaria Raffaela Virelli). I tre, scrive il Crotonese, si sono aggiunti ai 6 consiglieri del Pd Domenico Voce, Gaetano Liperoti, Salvatore Della Rovere, Saverio Vasapollo, Salvatore Salerno e l’indipendente Salvatore Divuono.

Ma la crisi, con le dimissioni della maggioranza del consiglio comunale,  non sarebbe frutto di una rottura politica come tante. Secondo l’ormai ex sindaco Migale, su di essa si allungherebbe l’ombra delle ‘ndrine locali, come reazione alle difficoltà  seguite dell’operazione Aemilia che il 28 gennaio ha portato a 117 arresti e ha dato un colpo senza precedenti al potere della cosca Grande Aracri a Reggio e in Emilia, con evidenti riflessi anche a Cutro e Isola Capo Rizzuto. 
Il Crotonese, nel numero uscito sabato 7, riporta dichiarazioni clamorose di Salvatore Migale: “Dopo tutti quegli arresti – ha affermato l’ex sindacl riferendosi all’operazione Aemilia – ci sembra quasi una ritorsione per le posizioni contro la ‘ndrangheta espresse dalla mia Amministrazione”.
Migale aveva persino fatto affiggere una lapide contro le mafie all’ingresso del Municipio di Cutro. Nel complesso è stato primo cittadino per 18 anni: ininterrottamente dal 93 al 2001 (periodo nel quale aveva un rapporto stretto col sindaco di Reggio Antonella Spaggiari) e per due mandati consecutivi dal 2006 a oggi. 

Be Sociable, Share!

2 risposte a Commissario a Cutro: il Pd fa decadere il consiglio. L’ex sindaco Migale accusa: “Ritorsione per il mio impegno antimafia”

  1. Fausto Poli Rispondi

    09/03/2015 alle 09:23

    Barzellette…………..

    Colto da dolori lancinanti e sentendosi in fin di vita, il vecchio boss andrino, manda a chiamare il suo braccio destro, con un filo di voce fa: – ehi… sento che la mia ora sta per arrivare… ti debbo confessare una cosa… altrimenti rimarrei col rimorso sulla coscienza! – Non ti preoccupare Boss, dimmi tutto! – Ti ricordi il fatto dei tuoi cinque fratelli? – Si perché? – Vedi… li ho dovuti far arrestare io, perché sapevano troppo… – Sfogati Boss, non ti posso vedere così sofferente… – Ti ricordi di tuo cognato? – Si perché? – Purtroppo l’ho dovuto far uccidere io! Aveva fatto uno sgarbo! E poi… sono stato anche l’amante di tua moglie per sei anni! – Non agitarti Boss! Non ti devi tanto preoccupare per me! In fondo sono stato io ad avvelenarti!!

  2. Fausto Poli Rispondi

    10/04/2015 alle 21:11

    Pero’, in Sala Tricolore e’ tutto un parlare di legalita’, mentra alla fine chi fa cosa ?

Rispondi a Fausto Poli Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *