A Villa Le Magnolie una torta griffata Mente Dolce per dire grazie al personale

di Mario Guidetti 

Caro direttore,
mentre l’operazione AEMILIA fa emergere un territorio “un po’ appannato” dove gli “anticorpi istituzionali” sono chiamati ad alzare (e non dubito che vi riusciranno) la soglia di attenzione sul “mondo di sotto dell’economia ‘ndranghetista”, penso che segnalare le “buone notizie” faccia bene allo spirito.
Nello specifico mi riferisco al sistema assistenziale agli anziani; sia attraverso l’azione dei medici di base che delle assistenti sociali, per poi arrivare a Rete ed al personale che opera nelle strutture ad essa riconducibili, gli anziani, ai quali siamo e saremo sempre debitori, trovano punti di riferimento qualora si dovessero trovare nella necessità di aiuto.
Nel recarmi quotidianamente a Villa Le Magnolie, quest’oggi (2 marzo) mi ha colpito il vedere una “artistica” torta realizzata dal laboratorio Mente Dolce dove sono  impegnate anche persone diversamente abili in attività nell’ambito di una pasticceria artigianale “espressiva”. E questa di per sè sarebbe già una buona notizia.
Ma la “vera buona notizia” è data dal fatto che la torta era un gesto “dolce” di riconoscenza per l’impegno profuso in Rete da tutto il personale;  un parente, appreso di un normale avvicendamento fra reparti della struttura, ha voluto ringraziare Piera e dare il benvenuto a Paola.
Tutto questo sintetizzato dalla creatività del laboratorio di pasticceria “espressiva” Mente Dolce.
 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *