Sicrea farà il nuovo PalaBigi: il piano di Bosi convince tutti.Il Comune mette 1,5 milioni e la palazzina ex-Onmi

26/2/2015 – Sarà Sicrea, la società guidata da Luca Bosi che ha incorporato le attività  sopravissute ai crac della Cmr e della Orion, e ora anche della Cmc di Modena, a realizzare la ristrutturazione del palasport di Reggio Emilia. Si tratta molto più di un’ipotesi (anche se la Tecton, candidata all’operazione, non resterà con le mani in mano) dopo il piano presentato  ieri da Luca Bosi al sindaco di Reggio Luca Vecchi e a Stefano Landi, presenti gli assessori Notari e Pratissoli.
Piano che leverebbe parecchie castagne dal fuoco al Comune,  che ha dovuto rinunciare per ragioni economiche alla realizzazione di un palasport ex novo. 

La proposta di Bosi per il PalaBigi di via Guasco riguarda, a quanto si è appreso,  una ristrutturazione completa interna e esterna con ampliamento della capienza sino a 5 mila 100 posti. Previsto anche il recupero della palazzina ex Onmi, di proprietà del Comune: ha proposto un ampliamento dei posti a 5.100 con il recupero di tutta la struttura – internamente ed esternamente – oltre a quello della palazzina ex Omni, ora di proprietà del Comune ma che diventerebbe di proprietà di Sicrea. Qui verrebbero realizzati spazi commerciali, la sede della Pallacanestro e una foresteria per gli ospiti. Della partita sarebbe anche la Bosch, che si era già fatta avanti con il comune, e che metterebbe due milioni le rifacimento dell’impiantistica.
Il comune metterebbe 1,5 in conto capitale e una somma di non meno    centomila euro l’anno in conto gestione per 10-12 anni. Dal canto suo  società cestistica pagherebbe un canone per l’utilizzo dell’impianto, ma potrebbe anche entrare in società coi costruttori. Si vedrà nelle prossime settimane, quando la cordata del Palasport avrà assunto una fisionomia precisa. Di certo la soluzione prospettata da Bosi non dispiace a nessuno, perchè ripartisce su più attori rischi e oneri di un investimento da 5,5 milioni. 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *