Salvataggio Cmc, dopo un secolo Sicrea (ex Cmr) lascia Reggiolo e va a Modena. Il sindaco Angeli: “Colpo durissimo”

18/2/2015 – Si era chiusa male la storia gloriosa della Cooperativa Muratori Reggiolo, e ora finisce del tutto. La società Sicrea guidata da Luca Bosi, erede dei cantieri Cmr e anche del ramo d’azienda di un’altra grande decaduta, la Orion di Cavriago, trasferirà la propria sede da Reggiolo a Modena, nell’edificiomdella Cmc in concordato che sarà acquisita dalla newco Sirem srl, generata e controllata proprio da Sicrea. 

Dopo il via libera dato nei giorni scorsi dall’assemble dei soci Cmc, nella giornata di domani, giovedì 19, Luca Bosi firmerà il contratto d’affitto del ramo d’azienda “e dal 2 marzo la Sirem sarà operativa a Modena”. 

L’operazione di salvataggio costa 14 milioni, di 2 milioni da aumentto di capitale (per metà versato dal sistema coop modenese) e i restamti 12 milioni dallo smobilizzo di crediti, che evidentemente qualcuno acquisirà. 
Dal 2 marzo i 284 lavoratori della Cmc passeranno alla Sirem, ma con rinuncia ai super minimi e ad altri voci contrattuali. INoltre in prima battuta solo 70 lavoratori saranno impiegati a  tempo pieno, gli altrimtutti a zero ore in cassa straordinaria, ma con la previsione di rientro a breve per metà della forza lavoro. Allo studio un piano di ricollocazioni e di esodo incentivato. 

Al sindaco di Reggiolo, tuttavia, non va giù il trasferimento di Sicrea a Modena, con la fine di una storia lunga più di un secolo. Per il sindaco Roberto Angeli la notizia è un fulmine a ciel sereno, una scelta “che lascia l’amaro in bocca”, “un colpo durissimo”. ” Perdere un’azienda, numerosi lavoratori – ha detto – è per Reggiolo un colpo durissimo, che peggiora una situazione già molto difficile”. La “mamma” se ne va per sempre, lasciando dietro di sè tante macerie e tanti rimpianti. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *