Rissa sanguinosa in centro a Reggio per un piccolo debito: accoltellato il creditore, tre arrestati

 20/2/2015 –  Un giovane accoltellato sotto gli occhi della fidanzata e 3 ragazzi arrestati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Reggio Emilia con l’accusa di concorso in rissa aggravata. 
È i, pesante bilancio della rissa tra napoletani, armati di spranghe e coltelli, avvenuta in pieno giorno nel centro storico di Reggio Emilia, nella zona di via Sessi, sotto gli occhi terrorizzati dei passanti.  
I  Carabinieri  hanno messo fine alle violenze e, con la collaborazione delle Volanti della Polizia, hanno rintracciato 3 dei 4 partecipanti al violento litigio tra cui un giovane accoltellato: per lui 30 giorni come prima prognosi per una ferita da arma bianca penetrante al torace e ricovero al Santa Maria Nuova. 
I motivi della rissa sono ancora al vaglio dei Carabinieri, ma potrebbero essere riconducibili a un regolamento di conti per un piccolo debito. Lo scontro con coltelli e spranghe è avvenuto nel tardo pomeriggio, nei pressi dell’abitazione del ferito.
Gli arrestati sono 2 fratelli napoletani di 28 e 22 anni e la stessa vittima, un napoletano di 24 anni  tutti residenti a Reggio Emilia: sono accusati di rissa aggravata e porto d’armi e strumenti atti all’offesa.
I fratelli, forse accompagnati da una terza persona, si sarebbero recati dal 24enne “reo” di averli minacciati per un debito non saldato. Dalle parole si è quindi passati ai fatti con la violenta rissa culminata con l’intervento dei carabinieri e l’arresto dei responsabili.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *