Pagliani al Tribunale del Riesame: chiesta la revoca dell’arresto. “Il patto con Sarcone? Fantascienza”

13/2/2015 – Il Tribunale del Riesame di Bologna si pronuncerà la prossima settimana, mercoledì 18 o giovedì 19, sulla richiesta di revoca dell’arresto di Giuseppe Pagliani, l’avvocato di Arceto esponente di Forza Italia, finito in carcere nell’ambito dell’operazione Aemilia che ha disarticolato la cosca di ndrangheta emiliana dominata dal boss Nicolino Grande Aracri. Pagliani è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa:  addebito respinto con sdegno, e che la difesa considera basato su prove inconsistenti. 
La revoca è stata chiesta oggi dagli avvocati Romano Corsi e Savelli, difensori di Pagliani, nel corso dell’udienza davanti al Riesame, svolta a due settimane esatte dall’arresto avvenuto nella notte del 30 gennaio. 
Nell’udienza ha preso la parola anche Pagliani, arrivato da Parma in stato di detenzione preventiva, protestando nuovamente la propria innocenza e sostenendo – come già aveva fatto nell’interrogatorio di garanzia – di aver interrotto i rapporti con gli imprenditori cutresi dopo la cena- incontro pubblico del 21 marzo 2012 al ristorante Antichi Sapori di Pasquale Brescia. 
È la tesi dei difensori, che contestano in toto le conclusioni a cui è giunto il Pm Mescolini.
In sostanza, ha affermato l’avvocato Romano Corsi, alla cena degli Antichi Sapori seguirono mesi di silenzio, semza alcun rapporto con gli impresari calabresi di Cutro incontrati a Villa Gaida, anche perchè un collega avvocato aveva messo sull’avviso Pagliani sulla presenza di persone poco raccomandabili a quella cena. 
Poi in luglio, quando il prefetto Antonella De Miro emette nuove interdittive, è Nicolino Sarcone – considerato uno dei capi zona della cosca Grande Aracri – a dire a Paolini di rivolgersi “all’avvocato Giuseppe”. Non ne ricordava neppure il cognome, ha notato Corsi, e comunque ha parlato di lui come avvocato, non come politico. 
Il pm, nella replica del pomeriggio, ha ribadito la tesi di una combine tra Sarcone e Pagliani finalizzata a ottenere voti. Tesi che l’avvocato Corsi definisce “fantascientifica”. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *