La Caporetto reggiana della neve: cumuli ovunque, auto bloccate, marciapiedi inagibili. Chiuse tutte le scuole

6/2/2015 – Reggio Emilia è sotto una coltre di neve. Dopo quindici ore ininterrotte di precipitazioni, dalle 9,30 di ieri, i fiocchi hanno cessato di cadere. Ma il bilancio è disastroso per il sistema di pulizia e rimozione della neve, tanto che molte persone stamani non hanno potuto muovere le auto e hanno perso la giornata di lavoro. La circolazione è praticamente inesistente, ma vengono egualmente segnalati automobilisti in difficoltà. Non si contano le proteste dei cittadini e delle associazioni professionali: su tutta, la dura requisitoria del presidente di Unindustria Mauro Severi che ha denunciato i “danni gravissimi” subiti dalle aziende, e punta il dito sulle amministrazioni che “aumentano le imposte
ma non sanno offrire servizi all’altezza”. Il gruppo M5S parla di “incapacità” invernale: “La “città delle Persone” è in ginocchio”.
Ma non è solo la Caporetto dei servizi che dovrebbero garantire una adeguat e rapida pulizia di strade e marciapiedi. Sono più di cento i black out Enel segnalati in tutta la Provincia. Al buio e al freddo per ore interi quartieri e frazioni, con situazioni particolarmente difficili a Viano (da ieri sera senza elettricità) , a Rubiera dove per stanotte viene allestito un ricovero d’emergenza a Ponte Luna, e a Quattro Castella.

BIG SNOW HA COLPITO DURO
Big Snow, va detto, ha colpito duro: la città questa mattina si è svegliata sotto un manto bianco che alla fine ha raggiunto e superato i 30 centimetri, immersa in un silenzio irreale. Dire che sui marciapiedi si passa con difficoltà è un eufemismo: in via Roma e in via Emilia, nel centro di Reggio,
sono praticamente intransitabili. Il consiglio è di evitare di uscire di casa o di mettersi in viaggio se non strettamente
necessario.

Chiusi per intransitabilità i caselli di Parma, Reggio Emilia e Terre di Canossa. Tutti i comuni hanno deciso per domani, sabato, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

Ecco il punto della situazione diramato dalla Provincia alle 17 

VIABILITA’ GARANTITA SU TUTTA LA RETE PROVINCIALE
Circolazione garantita su tutti i 957 chilometri di strade provinciali, bianche dalla pedemontana in su, quasi pulite o pulite verso Scandiano e nella Bassa. Riaperta dalle 13 la Sp
18 per il Passo di Pradarena, dove si era verificata una slavina poco dopo Ospitaletto. Problemi nella Bassa sula Sp 46 per un cavo Enel in strada.

DOMANI, SABATO, CHIUSE TUTTE LE SCUOLE 
Tutti i Comuni hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per domani, sabato. Sospeso il mercato del sabato a Casina, mentre quello del contadino in piazza Fontanesi a Reggio si svolgerà regolarmente.

BLACK OUT : VIANO SENZA CORRENTE DA IERI SERA. A RUBIERA ANCHE IL MUNICIPIO SENZA LUCE.

I principali disagi sono dovuti ai numerosi blackout verificatisi in interi quartieri di Reggio Emilia e in diversi
comuni della provincia causa alberi caduti su linee elettriche per la neve. Le situazioni più problematiche a Viano, senza corrente da ieri sera, e a Rubiera (al 70%, chiuso anche il Municipio, URP contattabile al 334.2940633).

RUBIERA E QUATTRO CASTELLA: RICOVERI  D’EMERGENZA PER BAMBINI  ANZIANI E DONNE INCINTE
Proprio a Rubiera il Comune – non essendo Enel ancora in grado
di comunicare quando ripristinerà l’elettricità –  sta allestendo un ricovero riscaldato‬ per la notte presso Ponte Luna – Area Sportiva Tetra Pak – dedicata in particolare a
famiglie con bambini, anziani, donne in gravidanza che non hanno la possibilità di trovare altre soluzioni. Sarà attivo a partire dalle 18, se malauguratamente i problemi non fossero risolti. E’ opportuno portarsi le coperte. Per informazioni è attiva l’utenza cellulare 334.2940633. E’ attiva anche la
Centrale Operativa della Polizia municipale 800227733. 
Qualora entro le 18 non venga ripristinata l’energia elettrica, anche il Comune di Quattro Castella sta approntando una struttura di accoglienza per la notte presso la palestra comunale di via Pascoli, in particolare per le persone che si trovano senza riscaldamento e senza possibilità di risolvere diversamente il problema. Per informazioni contattare:
Cristina Colli allo 0522.249222; Cinzia Canovi allo 0522.249342

Disagi anche in vari punti di Reggio Emilia (via Fenulli, via della Canalina, via Martiri della Bettola, via Leopardi,  via Fosse Ardeatine, via Learco Guerra), nonché ad Albinea, Bagnolo, Cadelbosco Sopra, Scandiano, Arceto, Fellegara, Puianello, Montecavolo, Quattro Castella, Campagnola, Reggiolo e Vezzano.

Alla Protezione civile della Provincia, da questa mattina, sono già quasi un centinaio le richieste di informazioni e segnalazioni relative a interruzioni di energia elettrica. Si precisa che tali operazioni sono di esclusiva competenza di Enel, che è al lavoro con diversi operatori da questa notte ed ha attivato un numero verde 803.500 per informazioni sulle interruzioni del servizio elettrico e segnalazioni dipericolo.

LA SITUAZIONE DI QUESTA MATTINA A REGGIO E IN PROVINCIA
6/2/2915 – Chiuse numerose scuole anche in città: fra le altre la  Galilei centrale, Galilei Massenzatico, Collodi di Gavassa, San Bartolomeo, Rivalta, Ghiarda, Bagno, Cella, Cadè, gli istituti  Pascoli, Dante  e Zibordi.
In diversi plessi le aule sono rimaste al freddo: salti
mortali dei genitori, richiamati per venire a prendere i figli. Chiusi in città anche gran parte degli esercizi commerciali.
Su Twitter il comune di Reggio ha comunicato che tre squadre di operai e altrettante dei Vigili del Fuoco sono al lavoro per la rimozione di piante e rami crollati sotto il peso della neve.

BLACK OUT A CASTELNOVO MONTI E FELINA: PASTI CALDI AGLI ANZIANI
Dalle 6,30 di stamani, a causa del cedimento di una linea
dell’alta tensione, mezza Castelnovo Monti e mezza Felina sono rimaste per lre senza luce e al freddo. Dalle 13, grazie ai generatori d’emergenza, la luce sta tornando e la Protezione
Civile sta portando pasti caldi alle persone anziane rimaste bloccate.
Un black out elettrico ha interessato da ieri sera anche le case di Corticella, nella zona di Bartolomeo: almeno cento famiglie sono rimaste al buio e con i riscaldamenti bloccate.
Numerose le scuole chiuse oggi in montagna: sino a ieri sera era stata decisa la chiusura a Baiso, Carpineti, Toano, Viano, Villa-Minozzo e Casina.
La protezione civile ha diramato un’allerta per il rischio
valanghe sopra quota mille sino a lunedì.

MS5: “INCAPACITÀ INVERNALE: STRADE IMPRATICABILI, LA CITTÀ DELLE PERSONE SI TROVA IN GINOCCHIO”
“Siamo in inverno e, da qualche giorno, tutti i media annunciano l’arrivo di una abbondante nevicata. Tutto normale, visto il periodo, e pure previsto e annunciato con grande anticipo.
Ma l’incapacità si vede anche da queste “piccole” cose. La
città è bloccata, le strade non sono praticabili, manca la luce in tante parti della città, ma non si vedono mezzi
spalaneve in giro, i normali servizi sono sospesi, le scuole sono aperte, con tutte le responsabilità in capo al personale e ai dirigenti scolastici.
Una cosa semplice, una programmazione di un eventi ampiamente
anticipato dai meteorologi, ma la “città delle persone” si trova in ginocchio.
Chissà se vedremo il Sindaco con la pala in mano o col sacchetto di sale da cucina mentre si fa il selfie propagandistico alla Alemanno, certo che le conseguenze di tanta incapacità se le dovranno subire tutti i cittadini.
Rimaniamo in attesa delle mirabolanti manifestazioni proExpo, sperando che non nevichi durante la manifestazione, e altre grandi iniziative, per cui la credibilità di questa Amministrazione ormai rasenta lo zero”.
(Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Reggio Emilia) 

FANTUZZI: DECINE DI SEGNALAZIONI DI DISAGI, PERCHÈ LE SCUOLE SONO RIMASTE APERTE?

Francesco Fantuzzi scrive a Reggio Report: “Ho ricevuto stamattina decine di segnalazioni di cittadine e cittadini che hanno sofferto i disagi della pesante nevicata di stanotte. Non intendo indulgere a facili polemiche, ma attenermi rigorosamente ai fatti.
E i fatti inchiodano il Sindaco (che l’altro ieri su internet
inviava messaggi rassicuranti) alla proprie responsabilità.
Per tutto ciò, e all’esclusivo fine di comprendere cosa è accaduto, pongo a Vecchi tre semplici domande:
– perchè, quando la maggior parte delle previsioni meteorologiche evidenziava i rischi della situazione già dalla giornata di ieri, si è deciso di tenere comunque le scuole aperte, ponendo le famiglie nel caos più totale?
– perchè il sito del Comune ha cessato di fornire informazioni alle ore 16 sempre di ieri?
– dove sono finiti gli spazzaneve? Le strade sono in
condizioni imbarazzanti e diversi cittadini sono rimasti bloccati per ore.
Vecchi, rispondi alle tre domande, rispondi ai cittadini che rappresenti”.

AUTOSTRADE CHIUSE: IL MINISTRO LUPI CHIEDE CONTO
6/2/2015 – Il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, ha chiesto una relazione dettagliata alla Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali in merito alla chiusura di alcuni tratti autostradali a causa delle nevicate in corso. La struttura ha convocato per oggi alle 15 i vertici di Autostrade per l’Italia.

RIAPERTO L’AEROPORTO MARCONI DI BOLOGNA
L’Aeroporto di Bologna è stato riperto alle nove di stamani e i voli sono ripsi, sia oure con forti ritardi sugli orari di partenza.   Disagi anche per la circolazione stradale sulle
strade di Bologna con molti autobus che procedono lentamente per le condizioni meteo.

TIR IN CODA SULLE AUTOSTRADE: CHIUSO IL TRATTO APPENNINICO DELLA A1
Continua a nevicare senza sosta sulla A1, dove però la coda dei Tir, per i quali è in atto un nuovo divieto di transito temporaneo sul tratto appenninico, è notevolmente diminuita.
La E45 allo svincolo di Cesena, in direzione Orte, a causa di un’intensa nevicata al valico del Verghereto, al confine fra Romagna e Toscana. Molti veicoli pesanti si sono riversati sulla E45, ma la maggior parte – rileva l’Anas – senza catene
, determinando così forti rallentamenti e blocchi localizzati.

L’autostrada A13 da Padova Est a Bologna è stata completamente chiusa al traffico nelle due direzioni per una forte nevicata che sta interessando l’Emilia Romagna.

PROBLEMI NEL TRAFFICO FERROVIARIO
Difficoltà nella circolazione ferroviaria in tutto il nodo di Bologna. A causa delle forte nevicata, il traffico dei treni regionali sta subendo ritardi medi di 60 minuti e cancellazioni. In particolare la circolazione è sospesa sulle linee Bologna-Porretta e Bologna-Prato.

Nel nodo bolognese, alle 8.30, si registravano ritardi medi di 60 minuti e cancellazioni o limitazioni di percorso per circa il 35% dei treni regionali. Difficoltà anche per la circolazione dei treni a media e lunga percorrenza e per i treni AV, che viaggiano al momento con riduzione di velocità.
Si registrano pertanto ritardi, in alcuni casi anche
consistenti, e potrebbero verificarsi riduzioni dell’offerta.

Anche ieri problemi alla circolazione dei treni: nel tardo pomeriggio ritardi sino a un’ora  sulla linea Bologna-Milano a causa di un convoglio merci in avaria tra Parma e Reggio Emilia, e del contestuale danneggiamento di un passaggio a livello nella zona di Bologna.

UNIVERSITÀ MODENA E REGGIO: IL RETTORE HA SOSPESO LEZIONI E ESAMI
L’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia nella giornata di oggi,  venerdì 6 febbraio 2015, a causa dei disagi provocati dalle abbondante nevicata, che sta impedendo a molti studenti di fruire delle normali prestazioni didattiche, ha disposto per ordine del Rettore prof. Angelo O. Andrisano la sospensione di lezioni ed esami dei Corsi di Laurea in entrambe le sedi di Modena e Reggio Emilia.

PROVINCIA: NUMERO VERDE E SERVIZIO INFONEVE: IN TEMPO REALE LA POSIZIONE DI 35 SPAZZANEVE.

Anche quest’anno la Provincia di Reggio Emilia garantisce il numero verde 800.555.311 a disposizione degli utenti 24 ore su 24 per segnalare eventuali criticità e per il miglioramento del servizio. Aggiornamenti in tempo reale su meteo e traffico saranno assicurati attraverso il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE (hashtag #meteoRE #REneve) e la pagina Facebook. Dallo scorso gennaio, inoltre, la Provincia ha attivato uno specifico sito (http://infoneve.provincia.re.it) con informazioni sullo stato della viabilità ed eventuali emergenze. Predisposto con una versione ottimizzata anche per il mobile il portale Infoneve pubblica anche una  mappa attraverso la quale – in via sperimentale  – è possibile monitorare il percorso di 35 mezzi antineve attivi sul territorio provinciale.

Be Sociable, Share!

2 risposte a La Caporetto reggiana della neve: cumuli ovunque, auto bloccate, marciapiedi inagibili. Chiuse tutte le scuole

  1. Bianchini Rispondi

    07/02/2015 alle 11:37

    Oggi, 7 Febbraio ore 10.00, il quartiere Borromini a Massenzatico è ancora senza energia elettrica (e di conseguenza riscaldamento) ! Inaudito !

  2. pippo Rispondi

    07/02/2015 alle 12:26

    Suggerirei ai solerti grilllini reggiani di andare a dare una occhiata alla gestione dell’emergenza neve a Parma. Basta con lo sciacallaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *