Il Quartetto Kelemen, vincitore del premio Borciani, torna a Reggio. Concerto al Valli

 
19/2/2015 – A nemmeno un anno di distanza, il Quartetto Kelemen ritorna per la Stagione dei Concerti (sabato 21 febbraio, ore 20.30) nel Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia, che lo ha visto vincitore nell’edizione 2014 del Concorso Internazionale per Quartetto d’Archi Premio Paolo Borciani.
Barnabás Kelemen, violino Katalin Kokas, violino e viola, Oskar Varga, violino e viola (nuovo entrato al posto di Gabor Homoky), Dóra Kokas violoncello sono i giovanissimi componenti del Quartetto, nato a Budapest nel 2010 e che in pochissimo tempo si è guadagnato la fama di uno tra i più interessanti gruppi di musica da camera del momento.
Il programma racchiude un vero e proprio percorso storico con partiture di epoche diverse. Si va dal Quartetto Op.76 n. 2 di Franz Joseph Haydn, al Quartetto op.13 di Felix Mendelssohn, fino al difficilissimo Quartetto n. 5 di Béla Bartók. L’esecuzione di quest’ultima composizione è valsa al Quartetto Kelemen il Premio Paolo Borciani, la scorsa primavera. Il
riconoscimento ha definitivamente consacrato il quartetto,  già vincitore di altri importanti premi, come nel 2011 secondo premio assoluto, premio del pubblico e Musica Viva Grand Prize al Melbourne International Chamber Music Competition e primo premio ex aequo al Beijing International Music Competition e nel 2012 primo premio all’International Sándor Végh String Quartet Competition di Budapest.
Il concerto è inserito nel tour tra il Concertgebouw di Amsterdam, il Bozar di Bruxelles, il Musikverein di Vienna, le Settimane Musicali di Ascona, la Società del Quartetto a
Milano, il Ravenna Festival e ancora a Ginevra, Torino, Venezia, nonché alla Carnegie Hall di New York e a Tokyo. Tutti e quattro i musicisti parallelamente al quartetto svolgono una personale attività artistica: Barnabás Kelemen e Katalin Kokas sono docenti di violino presso la Franz Liszt Music Academy di Budapest; Barnabás svolge attività sia da solista che da direttore d’orchestra, mentre Dóra Kokas è il direttore artistico del Festival Internazionale di Musica da Camera della città ungherese di Kaposvár. Barnabas Kelemen suona un violino Guarneri del Gesù del 1742 (ex-Dénes Kovács)
e Katalin Kokas esegue su un violino Testore del 1698 (Milano), entrambi gli strumenti dati in prestito dallo Stato ungherese.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *