Il Comune espropria il maneggio abusivo di Pasquale Brescia a Villa Cella

3/2/2015 – Il maneggio abusivo realizzato a Villa Cella da Pasquale  Brescia, il costruttore cutrese (proprietario anche del ristorante Antichi Sapori) appassionato di cavalli e anche lui finito in carcere nell’ambito dell’operazione Aemilia, sarà espropriato dal Comune di Reggio Emilia. Lo ha annunciato il sindaco Luca Vecchi in Sala del Tricolore: “Abbiamo completato le procedure di esproprio, e restituiremo la struttura alla città per usi pubblici e sociali, attraverso un bando di interesse pubblico”. 

Appaiono veramente lontani, eppure tremendamente vicini in senso temporale e culturale,  i tempi in cui il comune risolveva gli abusi monetizzandoli, come nel caso dell’incredibile vicenda del podere La Granda di dieci anni fa, quando in spregio alle prescrizioni della Sopritendenza un costruttore cutrese demolì a colpi di ruspa un casale del 600 posto sotto tutela. Ala fine qualcuno pagò in denaro sonante e il business degli appartamenti fu fatto egualmente, senza espropri nè requisizioni. 

Pasquale Brescia comunque aveva già deciso prima dell’arresto di dare battaglia legale contro l’esproprio del maneggio,  affidando all’avvocato amministrativista  Guglielmo Saporito (per lungo tempo consulente del comune ed ex presidente delle Farmacie comunali riunite) il ricorso al Tar. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *