L’emergenza black out è finita. Primo bilancio: dieci milioni di danni, quattro solo in comune di Reggio

10/2/1015 – Alle 19.30 di questa sera, per Enel, erano rimaste solo alcune decine le utenze elettriche ancora disalimentate in tutta la provincia, il cui ripristino è comunque previsto nelle prossime ore.
Il prefetto Raffaele Ruberto – rende noto l’ufficio stampa della Provincia – nel corso della riunione di questa sera  al Centro unificato di Protezione civile della Provincia di Reggio Emilia, ha pertanto dichiarato conclusa l’emergenza provinciale, sciogliendo il Centro coordinamento soccorsi (Ccs) che era stato istituito il 6 febbraio per affrontare l’emergenza relativa al black-out che ha colpito la nostra provincia a seguito della nevicata di mercoledì e giovedì scorsi.
 
“Salutiamo con particolare soddisfazione questo approdo, faticoso e tribolato, a cui tutti insieme siamo giunti al termine di una serie di giornate davvero complicate e impegnative – ha dichiarato il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi – Ora ci concentriamo sulla conta dei danni, non semplice, da rendicontare, almeno provvisoriamente, entro domani alla Regione Emilia-Romagna: i primi, parziali dati segnalano già l’imponenza dei danni provocati dalla nevicata e dal conseguente blackout”. Secondo una prima, parziale stima, che comprende Provincia, Consorzio di bonifica e, al momento, 38 dei 45 Comuni, i danni ammonterebbero ad almeno 10 milioni di euro.

PRIME STIME: SOLO A REGGIO DANNI PER 4 MILIONI

Quasi 4 milioni di euro: è la prima stima dei danni provocati dalla grande nevicata nel solo territorio del comune di Reggio Emilia. La cifra, resa nota oggi dall’amministrazione Vecchi, fa risaltare la scarsa consistenza dei 5 milioni stanziati dalla Regione per tutta l’emergenza, compresa la disastrosa mareggiata che ha devastato il litorale ravennate. Venerdì 13 una delegazione regionale sarà a Reggio, e il confronto non si annuncia facile. 
 
“A seguito dell’annuncio della Regione Emilia-Romagna di richiedere lo stato di emergenza, e dello stanziamento di 5 milioni di euro deciso già oggi dall’Amministrazione di viale Aldo Moro, l’Amministrazione comunale ha provveduto a quantificare quanto speso a seguito delle precipitazioni degli ultimi giorni. Lo studio prodotto dagli uffici di piazza Prampolini sarà la base del confronto che si terrà venerdì con una delegazione regionale che verrà accolta nella nostra città allo scopo di affrontare questo tema”. 
” Nel dettaglio – comunica l’amministrazione comunale reggiana – la spesa per interventi da parte di Iren di rimozione alberi, rami e residui di terra, per le verifiche agrotecniche e per potature straordinarie ammonta  a 670mila euro.
Per quanto riguarda giochi e arredi dei parchi e dei giardini i danni ammontano a 30mila euro.
Sulla pubblica illuminazione (verifica e interventi straordinari di ripristino pali abbattuti)  la cifra è di 185mila euro.
I danni ad altri immobili vari ammonta 650 mila euro e 
comprende sistemazione dei manti e coperture in tegole, sistemazione di impianti idrici, ricostruzione di pensiline e recinzioni.
Su asili nido e scuole dell’infanzia si rende necessaria una spesa di 230mila euro, fra verifiche agrotecniche, potature straordinarie, ricostruzione di gazebo e altre strutture di arredo, sostituzione di giochi esterni, sistemazione dei manti di coperture in tegole”. 

Ma la voce più consistente è quella che attiene ai ripristini e alle asfaltature straordinarie, alla segnaletica stradale, alla sostituzione e consolidamento di tombini ed opere collaterali: 1milione e 650mila euro.

Inoltre “La pulitura delle aree di attesa e sosta dei mezzi di trasporto pubblico incide per 100mila euro. Si sono resi necessari 300 mila euro per interventi straordinari di pulizia delle strade dal manto nevoso.
Vi sono poi tutte una serie di spese ulteriori attinenti le segnalazioni pervenute, verifiche per il pericolo di crolli urgenti e richieste danni.
 La cifra complessiva allo stato attuale ammonta a 3milioni e 845mila euro”. 

IL PREFETTO: EMERGENZA PRATICAMENTE CONCLUSA. GRAZIE AI SINDACI, LA PROTEZIONE CIVILE HA FUNZIONATO

10/2/2015 – In serata la Prefettura di Reggio Emilia ha comunicato che “il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS), nella seduta di stasera, ha espresso la valutazione che l’emergenza black out elettrico in provincia di Reggio Emilia si è praticamente conclusa”. 
“Permangono ancora alcune isolate utenze in corso di riattivazione – precisa Palazzo del Governo – la cui ultimazione sarà seguita localmente con i canali ordinari e sempre sotto la sovrintendenza dei Sindaci, Autorità locali di protezione civile”.
“Il Prefetto, nel prendere atto di tale conclusione, pur considerando le oggettive difficoltà che hanno caratterizzato questo tipo di emergenza, intende sottolineare la fondamentale fattiva collaborazione dei Sindaci nella gestione dei rapporti con l’unità di crisi e le ottime sinergie, peraltro ormai collaudate nel tempo, che hanno caratterizzato il sistema di Protezione Civile a livello provinciale.
Un doveroso ringraziamento va pertanto rivolto, per quanto concerne la realtà locale, alle componenti istituzionali di Protezione Civile (Provincia, Comune capoluogo e gli altri Comuni interessati) nonché alle forze di volontariato che hanno efficacemente e disciplinatamente collaborato con le Autorità Locali”.
“Un altro particolare ringraziamento – conclude il Prefetto –  va doverosamente rivolto ai Vigili del Fuoco, componente principale e insostituibile del sistema di protezione civile, nonché alla Polizia Stradale, per l’instancabile attività di vigilanza e soccorso in occasione della nevicata, ed alle Forze di Polizia per il puntuale, attento e costante presidio del territorio.
Infine, una menzione di merito all’Azienda Unità Sanitaria Locale e al Servizio di Soccorso 118  nonché alla Croce Rossa per l’indispensabile supporto che ha consentito di mantenere costante il livello dei servizi sanitari”. 
 
IL PREFETTO: EMERGENZA PRATICAMENTE CONCLUSA. GRAZIE AI SINDACI, LA PROTEZIONE CIVILE HA FUNZIONATO

10/2/2015 – In serata la Prefettura di Reggio Emilia ha comunicato che “il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS), nella seduta di stasera, ha espresso la valutazione che l’emergenza black out elettrico in provincia di Reggio Emilia si è praticamente conclusa”. 
“Permangono ancora alcune isolate utenze in corso di riattivazione – precisa Palazzo del Governo – la cui ultimazione sarà seguita localmente con i canali ordinari e sempre sotto la sovrintendenza dei Sindaci, Autorità locali di protezione civile”.
“Il Prefetto, nel prendere atto di tale conclusione, pur considerando le oggettive difficoltà che hanno caratterizzato questo tipo di emergenza, intende sottolineare la fondamentale fattiva collaborazione dei Sindaci nella gestione dei rapporti con l’unità di crisi e le ottime sinergie, peraltro ormai collaudate nel tempo, che hanno caratterizzato il sistema di Protezione Civile a livello provinciale.
Un doveroso ringraziamento va pertanto rivolto, per quanto concerne la realtà locale, alle componenti istituzionali di Protezione Civile (Provincia, Comune capoluogo e gli altri Comuni interessati) nonché alle forze di volontariato che hanno efficacemente e disciplinatamente collaborato con le Autorità Locali”.
“Un altro particolare ringraziamento – conclude il Prefetto –  va doverosamente rivolto ai Vigili del Fuoco, componente principale e insostituibile del sistema di protezione civile, nonché alla Polizia Stradale, per l’instancabile attività di vigilanza e soccorso in occasione della nevicata, ed alle Forze di Polizia per il puntuale, attento e costante presidio del territorio.
Infine, una menzione di merito all’Azienda Unità Sanitaria Locale e al Servizio di Soccorso 118  nonché alla Croce Rossa per l’indispensabile supporto che ha consentito di mantenere costante il livello dei servizi sanitari”. 
 
PROBABILI NUOVE (MA BREVI) INTERRUZIONI
Da domani e nei prossimi giorni, Enel comunica che saranno possibili, in tutta la provincia,  nuovi distacchi per interventi funzionali alla stabilità del sistema. Le interruzioni, che nei casi più complessi non supereranno le 3 ore, da dopodomani, giovedì, saranno preventivamente comunicate da Enel, preavviso che non è stato possibile fornire, causa la necessità di intervenire rapidamente, per gli interventi che saranno realizzati domani.
 
VIA EMILIA CHIUSA A RUBIERA MERCOLEDì NOTTE
IL Comune di Rubiera informa rma che nella notte tra mercoledì 11 e giovedì 12 febbraio verrà completamente chiuso al traffico il tratto di via Emilia, all’altezza del ponte sul fiume Secchia, per circa 30 minuti tra mezzanotte e l’una. Tale provvedimento si rende necessario per consentire a Enel di portare a compimento un intervento di manutenzione sulle linee elettriche che hanno subito danni ed arrecato pesanti disagi a causa dell’emergenza neve dei giorni scorsi.
 
CAVO A TERRA SULLA CICLABILE DEL CROSTOLO
Enel informa che sulla ciclabile del Crostolo, tra via Belojannis e via DeSanctis, un cavo della linea a media tensione è caduto al suolo, per un cedimento meccanico della sospensione al sostegno. Il cavo è già stato protetto con pedane calpestabili  e l’area è stata transennata:  Enel conta di intervenire domani, ma l’operazione rende necessario disalimentare due cabine secondarie in località prossima a Canali.
 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *