Caos in Forza Italia. Bignami: “Cacciare i vertici incapaci”. E Giuliano Cazzola esce da Ncd di Alfano

2/2/2015 -“Se Forza Italia fosse un’azienda ad amministratori simili non si sarebbe data neanche la possibilità di dimettersi e sarebbero stati cacciati. Penso che chi ha sbagliato debba rispondere dei propri fallimenti, assumendosi le proprie responsabilità e lasciando che una nuova classe dirigente possa misurarsi con la propria gente e dimostrare cosa vale”. Con queste parole, Galeazzo Bignami, quarantenne consigliere regionale dell’Emilia-Romagna ha lanciato su Facebook la propria accusa ai vertici del partito.
A conferma del che regna gli azzurri dopo il voto sul presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dove nell’urna il partito si è diviso con decine di parlamentari che non hanno rispettato la consegna della scheda bianca.
Caos anche nell’Ndc: l’ex parlamentare bolognese Giuliano Cazzola, con una lettera pubblicata ieri da Libero, ha annunciato la sua uscita dal partito di Alfano.
“L’ex Cav – scrive Cazzola – si è fidato troppo del Royal baby. Io capisco che il Ncd, alla fin dei conti, non aveva alternative. Ma non si può agevolare e proteggere una svolta autoritaria di un ragazzotto furbo più che intelligente, fortunato più che capace”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *